OGGI È  
Donne, moda e tendenze capelli . Il sito delle donne online
Margherita nei tuoi preferiti? Click!

Home | Donne e salute | Chirurgia estetica | La Liposuzione

La Liposuzione
Intervista al Dott. Giovanni Ferrando Specialista in Chirurgia estetica e plastica ricostruttiva

1) Si sente a volte parlare di interventi di liposuzione che hanno esiti molto gravi. Quali sono i rischi reali a cui può potenzialmente andare incontro chi si sottopone a questo intervento?
La liposuzione è un vero e proprio intervento chirurgico e come tale deve essere considerato. Valgono per questa operazione le stesse regole applicate ad altri tipi di interventi, ovvero quelle regole igienico-sanitarie che impongono di operare in un ambiente dedicato alla chirurgia con strumentario e preparazioni mediche idonee e sterili.

Questa operazione viene effettuata nella stragrande maggioranza dei casi in anestesia locale assistita, e non in generale; ciò implica l'infiltrazione del tessuto con opportuno anestetico mentre il paziente viene mantenuto dall'anestesista in uno stato di dormi-veglia. Il fatto di non praticare la liposuzione in anestesia generale permette al paziente di essere subito cosciente e di deambulare immediatamente, il che riduce drasticamente, se non annulla, il rischio di trombo-embolia.

Inoltre la liposuzione non termina con la fine dell'intervento: i pazienti vengono seguiti nel post-operatorio con opportuna terapia antibiotica e antidolorifica.

2) Quali sono le parti del corpo che si possono trattare con la liposuzione?
La liposuzione è l'operazione per l'eliminazione delle adiposità localizzate. Le regioni corporee trattabili sono gli arti inferiori (cosce, ginocchia, polpacci, le cosiddette coulotte di Chevalle), pancia, fianchi, braccia, regione mammaria (ne sono un esempio le grosse ginecomastie, cioè l'ipertrofia maschile della regione mammaria), collo.

3) Come si svolge l'intervento? Quanto dura?
L'operazione si svolge, come sopra detto, in anestesia locale assistita con il paziente in un leggero stato di dormi-veglia.

L'infiltrazione con l'anestetico locale (tecnica della tumescenza), oltre a rendere indolore la procedura, permette di preparare la regione corporea da trattare e quindi facilita l'aspirazione del tessuto adiposo senza grande traumatismo per i tessuti circostanti. A fine intervento residuano solo piccole incisioni (5mm) medicate con piccoli cerotti adesivi o un punto di sutura, rimossi dopo circa 10 giorni.

La durata dell'operazione varia dall'ampiezza della zona su cui intervenire, dal volume dell'adiposità, ma generalmente la liposuzione addominale dura circa un'ora, mentre il trattamento delle roulotte di Che valle approssimativamente quarantacinque minuti per lato. È da tenere presente che, per garantire l'assoluta sterilità del campo operatorio, molta attenzione, e di conseguenza anche parecchi minuti, vengono prestati alla preparazione della regione corporea, che comprende una completa disinfezione e una copertura con teli sterili. Tutto incide quindi sulla durata dell'intervento che comunque non supera solitamente l'ora e mezza.

4) È un intervento doloroso?
Per quanto esposto sopra, la liposuzione non è un intervento doloroso: da una parte la fondamentale collaborazione dell'anestesista garantisce la completa amnesia ed analgesia durante l'operazione, dall'altra l'infiltrazione con l'anestetico locale assicura una copertura analgesica anche molte ore dopo la fine dell'intervento.

Naturalmente al paziente viene prescritto anche un farmaco antinfiammatorio ed analgesico da assumere per bocca, ma l'unico disturbo che si può avere dopo questa operazione è un senso di indolenzimento della parte operata.

5) Quali sono i tempi per la guarigione e la ripresa della vita sociale? E chi pianifica un intervento prima delle vacanze quali tempi deve tenere a mente prima di poter andare in spiaggia?
Dopo l'intervento di liposuzione si consiglia al paziente di stare a riposo il giorno stesso dell'operazione, ma già dall'indomani può riprendere a condurre una vita sociale pressoché normale.

Per circa otto - dieci giorni il paziente dovrà stare attento a non bagnare i punti di sutura che vengono dati sulle piccole incisioni, dopodichè potrà riprendere qualsiasi attività anche sportiva (si consiglia soprattutto il nuoto); inoltre, per almeno un mese, si dovrà indossare un indumento compressivo, a titolo di esempio una fascia addominale (la comune pancera) per la liposuzione della pancia e/o dei fianchi, oppure una guaina a pantalone e/o calze elastiche 140 den per l'operazione agli arti inferiori. La compressione è necessaria per limitare l'edema post-operatorio (il gonfiore) e facilitare così l'adesione dei tessuti.

Proprio per la necessità di questi trenta giorni di compressione, il paziente che ha intenzione di andare al mare deve organizzarsi in modo da poter essere sottoposto all'intervento almeno un mese prima. Non solo, il paziente dovrà comunque avere la precauzione di proteggere le piccole cicatrici residue (5mm) dai raggi UV (del sole o di docce/lettini solari) applicando semplicemente un filtro solare totale e/o un piccolo cerotto.

6) Da profani ci viene da pensare che, rimuovendo parecchio tessuto adiposo dalle gambe o altre parti del corpo la pelle tenderà a risultare 'abbondante' dopo l'intervento. È vero? E se sì, cosa si fa solitamente per eliminare questo effetto?
Prima di ogni liposuzione, durante il colloquio e la visita preoperatoria si riesce a capire se vi è una lassità dei tessuti che potrebbe causare quel difetto.

Qualora si presuma che la liposuzione porterà ad un cedimento cutaneo, allora si sconsiglia l'intervento; ad esempio, se l'eccesso di adipe addominale si accompagna anche ad un eccesso di cute, la liposuzione non è la soluzione ma si opterà per un'addominoplastica; oppure per lo stesso problema ma localizzato alla regione interna delle braccia o delle cosce, si consiglia (in casi selezionati) un lifting di quelle zone.

7) L'intervento di liposuzione ha o può avere anche un effetto sulla cellulite?
In alcuni casi la liposuzione migliora l'inestetismo della cellulite in quanto, venendo a mancare la compressione dell'adiposità sui vasi sanguigni, la circolazione può averne un beneficio e può quindi migliorare. Essendo la cellulite fondamentalmente un problema di microcircolo, esso può in alcuni casi migliorare.

8) Si tratta di un intervento definitivo o nel tempo il grasso rimosso tenderà a riformarsi?
La liposuzione elimina gli eccessi localizzati di tessuto adiposo definitivamente, per cui anche se il paziente non si attenesse ad una dieta equilibrata, non ingrasserebbe più in quei punti sottosti ad intervento ma in altri. Pertanto consigliamo di seguire una dieta di mantenimento e di dedicare sempre una mezz'ora al giorno a esercizio fisico, anche blando.

9) Quanto costa un intervento di liposuzione, in media?
Il costo di una liposuzione varia dai 2000 ai 3000 euro, comprensivi di equipe operatoria, assistenza anestesiologica e affitto della sala operatoria.

Margherita.net

Si ringrazia il Dott. Giovanni Ferrando
Specialista in Chirurgia estetica e plastica ricostruttiva
villamaris@email.it
www.villamaris.it


TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

SEGUI MARGHERITA.NET

Teniamoci in contatto!
Iscriviti gratis alla newsletter di Margherita.net. Ricevi i nostri aggiornamenti settimanali direttamente nella tua mailbox

ADVERSUS UOMINI
10 cose che le ragazze notano (eccome) in un uomo
Fai di Margherita.net la tua homepage. Basta fare click qui
Teniamoci in contatto! :-)
Iscriviti gratis alla newsletter di Margherita.net.
Ricevi i nostri aggiornamenti settimanali direttamente nella tua mailbox