OGGI È  
Donne, moda e tendenze capelli . Il sito delle donne online

Home | Donne e salute | Chirurgia estetica | Nuove metodiche mastoplastica additiva

 

Nuove metodiche mastoplastica additiva e ingrossamento del seno

L'intervento chirurgico di ingrossamento del seno, o mastoplastica additiva, è sempre un argomento di grande interesse, e sono molte le richieste di approfondimento che riceviamo da parte delle nostre lettrici. Abbiamo quindi intervistato la Dott.ssa Patrizia Gilardino Specialista in Chirurgia Plastica Ricostruttiva e le abbiamo girato alcune delle domande più interessanti tra le molte che ci avete inviato.

A che punto siamo, nel campo della chirurgia estetica del seno? State utilizzando nuove tecniche e/o nuovi materiali rispetto a quanto utilizzato finora?

In questo momento l'intervento di scelta per l'aumento del seno, soprattutto se si desidera un aumento considerevole, resta la mastoplastica additiva, con inserimento delle protesi in silicone.

Per aumenti più modesti invece è possibile anche utilizzare materiali diversi, nello specifico: il proprio grasso (lipofilling) oppure l'acido ialuronico.

Abbiamo sentito parlare di 'fillers' che verrebbero iniettati nel seno e che potrebbero essere visti come alternativa all'impianto tradizionale. Cosa ci può dire su questa tecnica, pro e contro, indicazioni e controindicazioni?

Si tratta appunto dell'acido ialuronico. Da anni ormai utilizzato in medicina estetica per la correzione delle rughe del volto, ne è stata prodotta una versione più "consistente" da iniettare dietro alle ghiandole mammarie, ottenendo in genere l'aumento di una taglia di reggiseno. Il principale vantaggio è dato dalla semplicità della tecnica che può essere eseguita ambulatorialmente, lo svantaggio è dato dai costi del materiale (che sono ancora molto elevati) e dalla sua durata limitata (ogni circa 2 anni andrebbe ripetuto l'intervento). Inoltre tale tecnica è in uso da pochissimi anni quindi non ancora perfettamente codificata e non se ne conoscono ancora i risultati a lunga distanza.

L'autotrapianto di grasso, che viene prelevato da una parte del corpo e riposizionato a livello del seno. In quali casi è indicato, e quali i pro e i contro di questa tecnica?

Questo intervento è adatto quando non si desidera un grande aumento del seno (solo un rimodellamento o un aumento di circa "una taglia"). Il vantaggio principale è dato dal fatto che non si utilizzano materiali estranei, quindi non ci sono possibili complicanze, d'altra parte non sempre il grasso trapiantato attecchisce completamente per cui potrebbe essere necessaria una ulteriore procedura chirurgica. Inoltre bisogna tener presente che bisogna avere una buona quantità di grasso da prelevare, quindi questo intervento non è possibile nei soggetti magri.

Su cosa si sta lavorando per il futuro? Quali nuove tecniche saranno introdotte a breve, e nel medio periodo, secondo? In quale direzione si sta movendo la ricerca medica in questo campo?

In questo momento la ricerca è soprattutto concentrata sulle "cellule staminali" e quindi, nel nostro caso, sull'evoluzione del lipofilling. Si cerca cioè di trovare il modo di prelevare quantitativi molto più ridotti di tessuto adiposo, estrarne le cellule staminali e poi iniettarle nell'area da aumentare. Ciò permetterebbe di effettuare l'intervento anche in soggetti magri e di ottenere una maggiore prevedibilità di attecchimento del grasso.

Margherita.net

Si ringrazia la Dott.ssa Patrizia Gilardino
Laureata in Medicina e Chirurgia all'Università degli Studi di Milano nel 1988, si è specializzata nella Scuola di Chirurgia Plastica Ricostruttiva dell'Università degli Studi di Milano nel 1993. Iscritta all'Ordine dei Medici di Milano dal 1989, ha lavorato fino al 2003 all'Unità Funzionale di Chirurgia Plastica dell'Ospedale Multimedica di Sesto San Giovanni. Esercita la libera professione in diverse strutture milanese: Poliambulatorio della Guardia di Finanza di Milano, Centro Dermatologico Europeo e nel proprio studio di via Colonna, a Milano. È membro della Società italiana di Chirurgia estetica e plastica ricostruttiva, della Società di verifica e controllo di qualità, della Società americana di chirurgia plastica e della Società americana per la fototerapia dinamica. E-mail patriziagilardino@tin.it


TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Teniamoci in contatto!
Iscriviti gratis alla newsletter di Margherita.net. Ricevi i nostri aggiornamenti settimanali direttamente nella tua mailbox

ADVERSUS
Moda uomo, modelle, stile e tendenze capelli uomo. Fai click qui, leggi ADVERSUS
Fai di Margherita.net la tua homepage. Basta fare click qui

Teniamoci in contatto! :-)
Iscriviti gratis alla newsletter di Margherita.net.
Ricevi i nostri aggiornamenti settimanali direttamente nella tua mailbox