OGGI È  
Donne, moda e tendenze capelli . Il sito delle donne online

Home | Donne e salute | Chirurgia estetica | La carbossiterapia per il trattamento della cellulite

La carbossiterapia per il trattamento della cellulite

La cellulite è un argomento sempre molto sollecitato nelle richieste di approfondimento che riceviamo dalle nostre lettrici. Soprattutto in un periodo come questo, quando si inizia a pensare alle vacanze, al mare, alla spiaggia, alla prova costume...

La medicina moderna ci propone regolarmente nuove soluzioni per questo problema, che spesso consideriamo non risolvibile, e che invece può essere affrontato con successo, con le nuove terapie.

Avete mai sentito parlare della 'carbossiterapia per il trattamento della cellulite'? Ebbene, la carbossiterapia si propone come una delle terapie di maggior efficacia per affrontare, e risolvere, il problema della cellulite. Ne abbiamo parlato con la Dott.ssa Patrizia Gilardino Specialista in Chirurgia Plastica Ricostruttiva.

Non tutti sanno esattamente cosa è la cellulite, molti pensano alla ritenzione idrica, al grasso... ci può spiegare in parole semplici cosa è la cellulite, e perché e un problema così difficile da risolvere?

Si tratta di una alterazione del tessuto sottocutaneo in genere a carico degli arti inferiori in soggetti predisposti (di solito donne con la tipica conformazione " a pera"). In questi soggetti nel tessuto sottocutaneo i lobuli di cellule adipose sono circondati da tralci fibrosi disposti in modo tale che un aumento di volume delle cellule adipose determini una estroflessione degli stessi subito sottopelle, con la comparsa della cosiddetta "buccia d'arancia".

Tale aumento di volume può essere dovuto, oltre che all'aumento effettivo del contenuto di grasso delle cellule (sovrappeso), anche all'aumento della presenza di liquidi tra le cellule causato da una ritenzione di liquidi per difficoltosa circolazione periferica. Nelle prime fasi di "malattia" si ha ancora la possibilità di rendere reversibile il processo, dimagrendo o drenando i liquidi in eccesso.

Ma se non si interviene, la compressione cui le cellule sono sottoposte fa si che i tralci fibrosi diventino più spessi e rigidi: l'aspetto estetico peggiora e diventa più difficile riportare i tessuti alla condizione originaria. Inoltre, trattandosi appunto di una predisposizione costituzionale, sarà necessario sempre cercare di contrastare questa tendenza, non esiste un trattamento definitivo.

Ci sono dei fattori di rischio, dei comportamenti alimentari, degli stili di vita, che possono aggravare il problema della cellulite, e che pertanto andrebbero evitati?

Sicuramente la sedentarietà, il sovrappeso, una alimentazione povera di frutta e verdura o comunque squilibrata, atteggiamenti posturali che favoriscano l'accumulo di liquidi in eccesso nelle gambe.

La carbossiterapia per il trattamento della cellulite. In cosa consiste e come agisce questo trattamento?

La carbossiterapia consiste nell' infiltrazione di un gas, l'anidride carbonica, nel tessuto da trattare con un ago sottile. La presenza di questo gas stimola la dilatazione dei vasi del microcircolo periferico, la produzione di nuovi vasi, con un importante effetto di ossigenazione dei tessuti, di drenaggio dei liquidi stagnanti, di stimolo del metabolismo cellulare e di riduzione del contenuto di acidi grassi delle cellule adipose… come si può constatare, tutti effetti positivi per ridurre le cause della cellulite.

Si tratta di un intervento che ha dei potenziali effetti collaterali, o che è controindicato in qualche caso?

Non ha praticamente alcun effetto collaterale, a parte ovviamente , come per tutti i trattamenti iniettivi, gravidanza e allattamento.

Quali sono i tempi di convalescenza?

Nessuno, dopo la seduta si torna alle proprie attività

Va ripetuto nel tempo o si tratta di un intervento definitivo?

Si effettuano cicli di 8-10 sedute settimanali e si consiglia di effettuare un ciclo all'anno

Quali sono i costi della carbossiterapia per il trattamento della cellulite?

0-100 euro a seduta

Margherita.net

Si ringrazia la Dott.ssa Patrizia Gilardino
Laureata in Medicina e Chirurgia all'Università degli Studi di Milano nel 1988, si è specializzata nella Scuola di Chirurgia Plastica Ricostruttiva dell'Università degli Studi di Milano nel 1993. Iscritta all'Ordine dei Medici di Milano dal 1989, ha lavorato fino al 2003 all'Unità Funzionale di Chirurgia Plastica dell'Ospedale Multimedica di Sesto San Giovanni. Esercita la libera professione in diverse strutture milanese: Poliambulatorio della Guardia di Finanza di Milano, Centro Dermatologico Europeo e nel proprio studio di via Colonna, a Milano. È membro della Società italiana di Chirurgia estetica e plastica ricostruttiva, della Società di verifica e controllo di qualità, della Società americana di chirurgia plastica e della Società americana per la fototerapia dinamica. E-mail patriziagilardino@tin.it


TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Teniamoci in contatto!
Iscriviti gratis alla newsletter di Margherita.net. Ricevi i nostri aggiornamenti settimanali direttamente nella tua mailbox

ADVERSUS
Moda uomo, modelle, stile e tendenze capelli uomo. Fai click qui, leggi ADVERSUS
Fai di Margherita.net la tua homepage. Basta fare click qui

Teniamoci in contatto! :-)
Iscriviti gratis alla newsletter di Margherita.net.
Ricevi i nostri aggiornamenti settimanali direttamente nella tua mailbox