Interventi non invasivi per la riduzione del giro vita

Interventi non invasivi per la riduzione del giro vita
Interventi non invasivi per la riduzione del giro vita

“Oggi prevale la tendenza di intervenire con una serie di trattamenti che utilizzano ultrasuoni e laser. Sicuramente, l’abbinamento di radiofrequenza e ultrasuoni è una tecnica recente in grado di dare risultati soddisfacenti”.

Quando si parla di interventi per la riduzione del giro vita, per lo smaltimento dei depositi di grasso localizzati in determinate aree, si pensa immancabilmente alla liposuzione, eppure la moderna scienza medica si sta sviluppando anche in altre direzioni, e si stanno sviluppando interventi molto meno invasivi che promettono gli stessi risultati. Abbiamo intervistato la D.ssa Sofia Zafiropoulou, direttore sanitario del Centro Medico Turati a Milano, per farci spiegare meglio in cosa consistono questi nuovi interventi, quale la loro efficacia, e i costi.

Innanzitutto per quale motivo, se lo chiedono in molti, il grasso tende a depositarsi proprio lì nella zona addominale (soprattutto negli uomini), mentre magari altre parti del corpo sono perfettamente a posto?

Tutto dipende dal biotipo. Gli uomini hanno un biotipo aneroide, caratterizzato dall’accumulo di grasso nel collo, nelle spalle, nella zona lombare, nella zona addominale e sopra ombelico. Nel tessuto adiposo dell’uomo i setti fibrosi hanno una disposizione romboidale con la formazione di lobuli poligonali che, anche nel caso di grandi depositi di grasso, non sono in grado di invadere il derma e quindi di dare origine a cuscinetti di grasso superficiali.

Quali sono le tecniche più utilizzate attualmente per la riduzione del girovita?

In casi estremi, viene praticata la liposuzione: intervento di tipo chirurgico, molto invadente. Sotto il profilo dei trattamenti medici, esistono diversi trattamenti che danno adito a differenti esiti perché, è bene ricordarlo, non è così facile eliminare la cellulite. Oggi prevale la tendenza di intervenire con una serie di trattamenti che utilizzano ultrasuoni e laser. Sicuramente, l’abbinamento di radiofrequenza e ultrasuoni è una tecnica recente in grado di dare risultati soddisfacenti.

Quali i tempi per ottenere dei risultati soddisfacenti con i trattamenti più efficaci – magari da adesso all’appuntamento con la spiaggia – e quali eventualmente i tempi di convalescenza?

Premetto che non ci sono tempi di convalescenza: chi si sottopone a questo tipo di trattamento, con ultrasuoni e radiofrequenza, può tornare alla sue attività abituali una volta fuori dalla studio medico. I tempi variano da situazione a situazione, dal tipo grasso e dalla quantità che si è accumulato. Con almeno 5/4 trattamenti i risultati sono già visibili. È bene ricordare che risultati soddisfacenti si raggiungono anche seguendo un regime attento alimentare, anche se non particolarmente rigoroso.

Ci può dare un’idea dei costi?

Parliamo di trattamenti i cui costi partono dai 150 euro a seduta. Quindi, per un trattamento completo, siamo intorno ai 600-750 euro.

Grazie

A.C. | Margherita.net

Si ringrazia la D.ssa Sofia Zafiropoulou, direttore sanitario del Centro Medico Turati (via Turati 3, Milano. Telefono: 02.653952).

Se ti piace leggere Margherita.net, abbonati gratuitamente alla nostra newsletter settimanale, ogni settimana nella tua mail. Fai click qui per saperne di piu.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.