Ricette per carnevale


Se ti piace Margherita.net iscriviti alla nostra newsletter per ricevere i nostri aggiornamenti via email. Fai click qui per iscriverti.

A carnevale impazza il campanilismo, soprattutto nella tradizione culinaria. Ognuno rivendica il vero dolce di carnevale, fatto sta che anche se cambia nome, il dolce più tipico di carnevale sono le chiacchiere, pardòn crostoli, o galani, cenci, lattughe…. chiamateli come volete, ma se seguite le nostre indicazioni verranno buonissimi. E non fatevi tentare dal salutismo, che se li fate al forno invece che fritti…. non sono la stessa cosa.

Ingredienti
1 cucchiaio e mezzo di zucchero
3 rossi d’uovo
30 g di burro
2 cucchiai di latte o panna
3 o 4 cucchiai di vino bianco
2 cucchiai di grappa
250 g di farina

Preparazione
Amalgamare lo zucchero con i rossi d’uovo e il burro, poi unire il latte, il vino, la farina e infine la grappa e mescolare fino ad ottenere un impasto che lascerete riposare tre ore.

Tirare la pasta con il mattarello e tagliare dei rettangoli facendo un incisione al centro. Far riscaldare olio per frittura fino a 220° e immergere le chiacchiere lasciandole friggere pochissimo. La cottura è pronta quando avranno raggiunto una leggera doratura. Adagiarle su carta assorbente, badando bene di affiancarli e non appoggiarli uno sull’altro fino a quando saranno asciutti e freddi.

Lo zucchero a velo è meglio metterlo subito prima di mangiarle. Sono un dolce da preparare in anticipo, almeno un giorno prima.

foto e ricetta di moglialunga.it

 

Se ti piace leggere Margherita.net, abbonati gratuitamente alla nostra newsletter settimanale, ogni settimana nella tua mail. Fai click qui per saperne di piu.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.