Ricette di Carnevale: frittole di carnevale e krapfen

Ricette di Carnevale: frittole di carnevale e krapfen
Ricette di Carnevale: frittole di carnevale e krapfen

Non fatevi ingannare, a Carnevale negli ultimi anni va di moda sostituire i dolci fritti con quelli cotti al forno. Non sono la stessa cosa, non hanno lo stesso sapore e se volete cuocerli al forno cucinate una torta che è meglio.
A Carnevale, dalla notte dei tempi, si sente nell’aria l’odore del fritto, ed è proprio nel senso del Carnevale quello di trasgredire, per cui ecco due ricette che più fritte non si può, e che anche solo cucinarle vi riempirà la casa del profumo del Carnevale. Poi vi metterete a dieta!

Frittole (frìtole) di carnevale

Ingredienti per 6 persone
400 g di farina
100 g di uvetta
2 cucchiai di zucchero
2 uova intere
2 dl di latte
1 bicchierino di rhum
1 cubetto di lievito di birra
un pizzico di sale
buccia grattugiata di un limone
cannella in polvere
olio di semi per friggere

Preparazione
Amalgamate lo zucchero e le uova e mescolate fino a ottenere una crema soffice. Aggiungete piano piano la farina, il latte, il lievito dopo averlo stemperato con lo zucchero e un cucchiaino di acqua calda, e poi il pizzico di sale, il rhum e la scorza di limone, infine le uvette.
Lasciate riposare l’impasto almeno 30 minuti.

Al momento di friggere, riempite una pentola di olio e lasciatela riscaldare bene, a questo punto con l’aiuto di due cucchiai prendete l’impasto e formate una pallina da immergere nell’olio ben caldo. Giratela una volta in modo che la doratura risulti uniforme e asciugatela con carta assorbente.

Servite le frìtole cosparse di zucchero semolato.

Krapfen

Ingredienti per 14 krapfen grandi
250 g di farina 00
300 g di latte
70 g di zucchero
50 g di burro
un cubetto di lievito di birra fresco
5 tuorli d’uovo
limone
sale
olio di arachidi per la cottura

Preparazione
Sciogliete il lievito in un bicchiere di latte tiepido, mescolate con un cucchiaino di zucchero e 50 g di farina. Coprite e lasciate riposare mezz’ora.
Prendete la farina e unitevi il lievito lavorato precedentemente, aggiungete metà dei tuorli, il burro ammorbidito e un pizzico di sale.
Mentre lavorate inserite la scorza di un limone grattugiato e continuate a lavorare l’impasto.

Coprite e lasciate riposare un’altra mezz’ora.

La farina, i tuorli e lo zucchero avanzati vi serviranno per preparare la crema della farcitura, usate metà delle dosi qui indicate.

Stendete sul piano di lavoro la pasta dei krapfen e con il mattarello ottenete uno spessore di mezzo centimetro. Ottenete dei dischi con un tagliapasta e lasciateli lievitare un’ora in un luogo caldo.

Mettete a scaldare l’olio di arachidi per la frittura in una casseruola, fate cuocere i krapfen rigirandoli a metà cottura. Quando avranno raggiunto una doratura delicata, scolateli e asciugateli su carta da cucina, passateli nello zucchero e quando saranno tiepidi, farciteli con la crema pasticcera con l’aiuto di una sac à poche bucandoli di lato.

Anna Gatti per Margherita.net

Se ti piace Margherita.net abbonati gratis alla nostra newsletter settimanale!

Condividi questo articolo sui tuoi social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.