Riallineamento dei denti, sbiancamento e sostituzione delle vecchie otturazioni. Ecco come sistemare il sorriso

Riallineamento dei denti, sbiancamento e sostituzione delle vecchie otturazioni. Ecco come sistemare il sorriso
Riallineamento dei denti, sbiancamento e sostituzione delle vecchie otturazioni. Ecco come sistemare il sorriso

Quali sono le tecniche di intervento più indicate quando, non più giovani, si decide che è arrivato il momento di sistemare una volta per tutte il nostro sorriso? Dal riallineamento per i denti nell’adulto, alle tecniche di sbiancamento e di sostituzione di otturazioni brutte e che si vedono, l’odontoiatria estetica ha fatto passi da gigante. In questa intervista al Dott. Emanuele Puzzilli, Odontoiatra, parliamo delle tecniche nuove e più indicate per chi ha deciso di dare una sistemata al proprio sorriso.

Per la serie “non è mai troppo tardi”. Esiste un limite di età oltre il quale non è più possibile intervenire per raddrizzare i denti e migliorare un sorriso di cui non siamo mai stati orgogliosi? Oppure non è mai davvero troppo tardi?

Innanzitutto non c’è mai un limite all’età anagrafica per poter intervenire con un corretto allineamento dentale, esistono casi molto complessi anche in giovane età così come esistono casi possibili in età avanzata. Ovviamente è indispensabile fare  uno studio del caso in maniera approfondita attraverso radiografie e valutazioni cliniche dopodiché se è possibile si inizia un percorso di ortodonzia più o meno estetica a seconda della terapia.

Quali sono le tipologie di intervento più efficaci e più utilizzate per riallineare i denti nell’adulto?

La tecnica di intervento più efficace per riallineare i denti su una persona adulta è sicuramente l’ortodonzia lì dove è possibile farlo e comunque rimane il trattamento di elezione, in altre occasioni invece  per migliorare alcuni leggeri disallineamenti  si può intervenire  attraverso restauri estetici.

Nuovi materiali. Tutti abbiamo delle otturazioni o dei lavori di ricostruzione che lasciano a desiderare dal punto di vista estetico. Infiltrazioni, discromie… come siamo messi, oggi, dal punto di vista dei nuovi materiali e quale è il consiglio dello specialista quando una otturazione tiene ma si vede e non è bella? Non toccare ciò che funziona, oppure intervenire con nuovi materiali e risolvere il problema estetico?

Negli ultimi anni l’odontoiatria  estetica ha fatto passi da gigante permettendo la sostituzione di vecchi restauri antiestetici prevalentemente metallici come otturazioni,  ponti e corone ed altri tipi di protesi attraverso materiali esteticamente migliori  ricordandoci che le indicazioni devono essere indispensabili prima di eseguire qualsiasi intervento.

Bisogna sempre farsi spiegare dal proprio dentista di fiducia i pro ed i contro Prima di iniziare con la sostituzione di un vecchio restauro in quanto l’estetica non può predominare sulla funzione!!! Sono sempre maggiori le richieste da parte dei pazienti  di rimuovere i vecchi restauri poco estetici e sostituirli con restauri altamente estetici soprattutto sui settori frontali.

È logico,ribadisco ,che non bisogna toccare tutto ciò che funziona solamente per esigenze estetiche a meno che l’estetica non diventi un limite personale sia emotivo che fisico.

Denti che tendono ad ingiallire. Quali le linee guida per cercare di mantenerli bianchi modificando dove necessario stile di vita, abitudini alimentari, tecniche di pulizia?

La qualità dello smalto cambia  da paziente a paziente e purtroppo in molti casi ci sono pazienti che hanno uno smalto più aggredibile da agenti esterni Che favoriscono l’insorgenze di discromie dello smalto.

Come prima cosa bisogna curare molto bene  l’igiene domiciliare e professionale ,secondo poi si dovrebbe avere un regime alimentare  sano limitando bevande gasate in quanto spesso troppo acide, bevande  che abbiano un’alta concentrazione di fenoli (tisane caffè the)inoltre bisognerebbe limitate oppure  eliminare tutte le abitudini viziati che possono in qualche modo danneggiare lo smalto come fumo e alcol.

E quando si decide invece di rivolgersi allo specialista per un vero trattamento di sbiancamento dei denti, cosa chiedere, a cosa fare attenzione, cosa evitare?

Innanzitutto bisogna chiedere che tipo di sbiancamento verrà utilizzato e se quello specifico trattamento può in qualche modo creare un effetto indesiderato, secondo poi bisogna tenere conto che gli sbiancamenti professionali agiscono solo su denti naturali per cui se si hanno restauri di qualsiasi tipo rimarranno del colore originale.

Ringraziamo il Dott. Emanuele Puzzilli
Odontoiatra
www.studiodontoiatricopuzzilli.it

Margherita.net

Se ti piace leggere Margherita.net, abbonati gratuitamente alla nostra newsletter settimanale, ogni settimana nella tua mail. Fai click qui per saperne di piu.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.