Revisione strumentale della cavità uterina

Ginecologia
Ginecologia

La revisione strumentale della cavità uterina è una procedura utilizzata per diagnosticare o trattare un sanguinamento anomalo dell’utero.

Può essere usata per aiutare a diagnosticare un cancro dell’utero o per asportare del tessuto quando si verifica un aborto.

Consiste nella dilatazione e nel currettage: dilatazione significa distendere l’apertura della cervice per renderla più ampia, il curretage consiste nell’asportazione di un campione del rivestimento interno dell’utero – l’endometrio – che verrà in seguito esaminato: questo può essere effettuato con uno strumento metallico o per aspirazione.

indicazioni
una revisione strumentale della cavità uterina potrebbe essere effettuata per valutare quelle condizioni che potrebbero causare un sanguinamento anomalo. Fornisce un campione di tessuto proveniente dall’interno dell’utero; questo campione viene esaminato al microscopio per verificare se le cellule sono anomale. Una revisione strumentale della cavità uterina può essere eseguita per molteplici ragioni.

procedura
una revisione strumentale della cavità uterina può essere eseguita nell’ambulatorio, in regime di day hospital o in ospedale. Lo stato di salute ed il tipo di anestesia da impiegare giocheranno un ruolo fondamentale nella scelta del luogo dove effettuarla. La revisione strumentale della cavità uterina potrebbe essere eseguita con altre procedure, come una isteroscopia, nella quale un piccolo strumento illuminato viene utilizzato per visualizzare l’interno dell’utero. Talvolta viene eseguita una biopsia endometriale per ottenere simili informazioni riguardo la cavità uterina.

rischi
le complicanze di questo intervento sono rare; quando si verificano, comprendono sanguinamento, infezioni o la perforazione – quando l’estremità di uno strumento passa attraverso la parete dell’utero-.

Si deve contattare il medico in presenza dei seguenti sintomi:

  • cospicuo sanguinamento dalla vagina
  • febbre
  • dolore addominale
  • perdite vaginali maleodoranti della vagina

convalescenza
dopo l’intervento sarete probabilmente in grado di andare a casa entro poche ore ma avrete bisogno di qualcuno che vi accompagni. Dovreste essere in grado di riprendere la maggiore parte delle vostre attività entro 1-2 giorni.

Se siete sottoposte ad anestesia generale potreste presentare al risveglio una lieve nausea e vomito: potreste sentirvi instabili e deboli per un breve periodo di tempo.

Dopo una revisione strumentale della cavità uterina, si riformerà un nuovo rivestimento all’interno dell’utero. La vostra successiva mestruazione potrebbe non verificarsi regolarmente, ma sia in anticipo che in ritardo; potrebbe essere anche più abbondante o più scarsa del solito.

Fino a quando la cervice non ritorna alle sue normali dimensioni, i batteri possono entrare nell’utero e causare delle infezioni.

E’ importante non mettere niente in vagina dopo l’intervento. Domandate al vostro medico quando potete riprendere ad avere rapporti sessuali o usare nuovamente i tamponi.

Se ti piace leggere Margherita.net, abbonati gratuitamente alla nostra newsletter settimanale, ogni settimana nella tua mail. Fai click qui per saperne di piu.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.