Quando lui non ce la fa…

Che argomento delicato… eppure che argomento sentito! Il fatto che non se ne parli molto non significa nulla. Quello delle sue ‘piccole défaillance’ è un tema molto sentito, e non perchè noi donne ne facciamo un dramma (a meno che non diventi un’abitudine chiaramente…) ma per le ripercussioni psicologiche che hanno sui nostri partner. E indirettamente su di noi.

Sembra che gran parte degli uomini abbia sperimentato almeno una volta nella vita questo problema. Numerosissimi sono gli studi che, cause legate a problemi di saluti a parte, hanno individuato nello stress della vita moderna, nelle preoccupazioni, nello stile di vita gran parte delle responsabilità degli insuccessi maschili tra le lenzuola. Trattenete quel sorrisino mezzo divertito che già vediamo sul volto di alcune lettrici, perchè queste stesse cause sono anche alla base dei problemi che noi donne incontriamo a volte nel medesimo luogo, tra le lenzuola. Ma per fortuna questa volta affrontiamo il problema dell’altra metà.

Cosa fare quando al nostro partner capita un incidente di questo genere? Come comportarsi, cosa dire, cosa fare? Ecco alcuni consigli, in parte derivati dalle vostre lettere, in parte dai numerosissimi consigli sul tema che si trovano in circolazione. Teneteli bene a mente, non si sa mai che possano tornare utili anche a voi… 🙂

Non sentitevi responsabili. È la prima reazione, la più spontanea. ‘È colpa mia, non gli piaccio, non lo eccito abbastanza…’ e spesso anche la più sbagliata. Non addossatevi colpe che non avete, non chiudetevi in voi stesse. La frustrazione del vostro partner potrà essere elaborata solo grazie ad un vostro atteggiamento sereno e realistico. Se in questo frangente vi chiudete anche voi è finita.

Siate creative. Essendo molto spesso le cause di questo genere di problemi di natura psicologica, cercate di prendere voi l’iniziativa, e di ribaltare una situazione apparentemente compromessa. Per fortuna il sesso offre molte e divertenti alternative alla classica… ci siamo capite no?

Non scherzateci sopra. Non addossatevi colpe che non avete, abbiamo detto, ma non esagerate nemmeno nell’altra direzione. Si tratta di un momento molto delicato per il vostro partner, non scherzateci e fategli capire che, pur non attribuendo all’accaduto un peso eccessivo, siete simpatetiche e partecipi della sua frustrazione. Senza esagerare.

Parlatene. Se il vostro rapporto è molto intimo, allora parlatene apertamente. Cercate di capire quali possono essere state le cause e cercate di porvi rimedio. Parlarne, tra persone mature e reciprocamente rispettose, aiuta sempre.

Non abbiate paura di rivolgervi ad un aiuto esterno. Se si tratta di un episodio unico mettetelo nel dimenticatoio e pensate a cose più divertenti. Ma se il problema si ripete più volte rivolgetevi senza paure ad uno specialista. Innanzitutto per escludere cause più serie, e poi per porre rimedio ad un problema vecchio come l’umanità, al quale fortunatamente oggigiorno si sono trovate valide soluzioni.

E voi come vi siete comportate se vi è capitato di vivere una situazione come questa? Scriveteci le vostre esperienze, che potranno essere utili alle altre amiche che ci leggono. Se state vivendo o avete vissuto una situazione simile e volete raccontarla alle lettrici di Margherita fatelo specificando “Quando lui non ce la fa” all’inizio del messaggio. Le vostre lettere verranno pubblicate in questa pagina in maniera rigorosamente anonima.

Se ti piace leggere Margherita.net, abbonati gratuitamente alla nostra newsletter settimanale, ogni settimana nella tua mail. Fai click qui per saperne di piu.

15 Comments

  • “Quando lui non ce la fa” :
    la mia esperienza direi lascia molto da pensare . . io sono una ragazza , lasciamo stare quanti anni ho , ma mi ferequento da quasi un anno con un uomo di 36 anni , lui diciamo ha una vita stressante , ed un passato assai difficoltoso .
    Ma da quasi un anno, appunto,è difficile , difficilissimo.
    Lui è vedovo ed ha 2 figli , inizialmente mi riempiva di attenzioni , e quando abbiamo avuto il rapporto per la prima volta , sembra brutto dirlo così , ma nemmeno 5 minuti .. il tempo di “3 botte” e non sto sminuendo; e come se non bastasse , dopo, non gli si è rialzato nemmeno dopo mezz’ora . Il fatto ai miei occhi più grave , è che non si è mai preoccupato dei miei “bisogni” cioè , arrivato lui alla gioia , contenti tutti , poi che io non ero (nemmeno in minimissima parte) soddisfatta , non interessava a nessuno .
    In principio , nascondeva questa sua impotenza , nonchè eiaculazione precoce, dietro la scusa che ” in macchina sto scomodo ed ho paura” io ho sopportato per più di 3 mesi . . dopodichè siamo andati a casa sua , dove generalmente non possiamo andare , perchè al piano inferiore c’è la suocera che controlla con chi torna, e lì , la cosa non si è risolta granchè . . tranne del fatto che mi ha saputo mettere a mio agio , perchè ero davvero rigidissima , la pria volta , 3 botte . . poi si è rialzato dopo 3 quarti d’ora , risultato ? sei botte , ma contate , non sto sminuendo e quando ci volevamo provare per un’ultima volta , non si è alzato più . . e lui non si è nemmeno preoccupato se ero soddisfatta o meno , anche se , ogni volta alla fine di questi semi rapporti sembra dispiaciuto , ormai io ho perso la voglia anche solo nel vederlo , lui però è come una storia secondaria , è sempre stato una specie di amante , che ormai, mi fai pensare come se io fossi un semplice oggetto per lo svuotamento dei suoi testicoli .
    Adesso però basta in questi giorni lo vedrò per madnarlo a quel paese , non solo non si preoccupa dei miei bisogni , ma non mi dà più attenzioni e non si preoccupa più per me . Inoltre siamo diventati squallidi , non mi sta più bene.Mi dispiace per lui.

  • io credo ke tu faccia piu’ ke bene… io ho lo stesso problema kn il mio fidanzato ke a differenza tua lui ha 23 anni… stiamo insieme da 3 anni ed è sempre stata la stessa cosa… non’è affatto kolpa tua… quanto poi credo ke tu ci hai provato in tutti modi a rendere la kosa diversa… a questo punto nn resta altro ke mandarlo a quel paese, tant’è vero ke noi donne non siamo oggetto di nessuno….

  • allora, nn vi rendete conto ke è un problema maschile ke nn è voluto da ki lo ha????? mah, siete davvero egoiste!!!!!!! mah. menomale ke ho il mio cervello e ringrazio dio. ragazze siate più umane. mah

    • Sera,
      Sara sono pienamente d’accordo con quello che dici, leggendo questi post mi viene da dire le tue stesse parole a volte le donne sono un pò egoiste, perchè pretendiamo che quando abbiamo un problema l’uomo debba capirci e quando il problema ce l’hanno loro poco ci importa… Fortunamente io la penso come te, l’amore non è basato solo sul sesso.. Penso che quando si sta insieme ad una persona lo si accetta con tutti i suoi difetti, pregi e anche questo genere di problemi..

  • ciao a tutte..questo è un problema che colpisce molti uomini..Perciò voi donne abbiate un minimo di rispetto verso i vostri ragazzi, dovreste vergognarvi! Sara hai perfettamente ragione tu, ti stimo!

  • ciao, ho letto i vostri post, ogni tanto una sbirciatina ai discorsi femminili “diverte”… a mio modesto parere questo succede quando, gia in presenza del problema, si aggiunge una vita sessuale monotona e senza complicità. dove nn c’è un dialogo, e si da tutto x scontato.

  • “Quando lui non ce la fà” Ciao…dopo 18 anni di matrimonio lui non mi desidera più. La sera quando andiamo a letto lui si gira dall’altra parte come se io non esistessi. Io in silenzio piango sempre ma la mattina dopo faccio finta di niente. durante il giorno lui,sebbene non dimostri un eccessivo affetto verso di me,ma è sempre gentile.Non so più che pensare. Lui sembra spento:non ha più stimoli nè desiderio…

    • Anonymous,
      Credo che questo sia un altro tipo di problema.
      Ti consiglio di parlarne con lui, a volte gli uomini non ci arrivano e non si rendono conto..Però se tu hai notato questi cambiamenti è giusto che affronti questo discorso insieme a lui. Saprà darti delle spiegazioni.. Magari avrà problemi a lavoro e tende a chiudersi in se stesso, dimenticando la persona che gli sta accanto.. LA maggior parte degli uomini si comporta cosi, perchè non vogliono dimostrarsi deboli davanti alla propria compagna.. ma noi siamo li anche per questo, per sostenerlo nei momenti di crisi..Prova a farlo sfogare.. Il Suo essere spento , magari, dipende dalla carriera lavorativa.. A Presto .. ^_^

  • quando lui non ce la fa

    e se lui diventa semi impotente a 50 anni e invece di curarsi perchè è un pochino doloroso dice: non ti importa vero se non lo facciamo più?? e ti lascia di stucco!!! e il carattere già borbottone peggiora pure??

    • Margaret,
      forse la sua è solo paura.. per questo ti fa questa domanda.. PEr quanto riguarda il carattere credo che tutti quando abbiamo un problema , diventiamo nervosi rispondendo male anche a chi ci sta vicino… mettiti nei suoi panni, tu saresti felice di essere semi impotente?? credo proprio di no..:( Un consiglio che sento di darti è quello di stargli vicino, magari insieme potrete fare delle visite più specifiche e cercare un dottore che possa trasmettergli sicurezza e convincerlo a curarsi.. A presto un bacio…

  • Quando lui non ce la fa
    E’ un bel problema, che affligge moltissimi uomini, giovani o meno, che generalmente faticano molto anche solo a parlarne.
    Quando hanno una storia importante soffrono molto, perchè il loro pensiero fisso è amare anche fisicamente e soddisfare la compagna e proprio il sentimento forte è alla base di maggiore frustrazione e ulteriore stress psicologico.
    Spesso alla base esiste un problema fisico, che spesso può essere curato.
    Secondo la mia personale esperienza forzare le cose non serve a nulla, anzi.

  • Quindi se il problema fisico non lo vuole curare si va in white per tutta la vita? Si deve accettare e basta una decisione così unilaterale?

  • Quando lui non ce la fa.
    Ciao a tutte=) ieri sera sono uscita con un ragazzo che sto frequentando da un po’… tra noi,quella sera, è stata la prima volta. E’ successo in macchina ( è stato molto scomodo) e inizialmente lui ha avuto problemi con l’erezione… Mi sono sentita molto imbarazzata =( Non mi era mai successo e,visto che non mi sentivo molto a mio agio, ho pensato che la colpa fosse la mia.

  • Quando lui non ce la fa
    Io e il mio ragazzo abbiamo avuto una lite e abbiamo deciso di lasciarsi. Nonostante non stessimo più insieme l’attrazione fisica era alle stelle e abbiamo continuato a farlo.
    Grazie a questo ci siamo chiariti, rendendoci conto che la nostra storia poteva continuare e dopo qualche settimana lui ha smesso di avere voglia, io provo e riprovo a farlo eccitare ma lui nulla
    Ho paura che questo sia un punto di rottura, consigli?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.