Il segreto di un pelle da passerella raggiante e sexy, secondo Tom Pecheux

Make-up. Pelle da passerella
N21 PE 2018, make-up: Tom Pecheux per M.A.C., ph. Charlotte Mesman

Come creare una pelle da passerella che sia davvero raggiante? Luminosa, sana e fresca? Allora fate come le ragazze più giovani e utilizzate meno prodotto possibile, è il consiglio del famoso make-up artist Tom Pecheux. Tutto bene, tutto chiaro. Ma come fare se non siamo proprio più così giovani? Allora, in tal caso c’è un segreto dei makeup artists… l’olio.

Guardate la video intervista con Tom Pecheux girata nel backstage della sfilata di N21 per la primavera estate 2018. Il make-up artist ha creato, insieme al team di M.A.C Cosmetics, questo splendido makeup look. Non dimenticate di guardare le foto che trovate più sotto per l’ispirazione. E poi tirate fuori i vostri pennelli (e l’olio) e regalatevi una pelle da catwalk!

Una pelle da passerella e ‘Virgin Eyebrows’ (letteralmente ‘sopracciglia da vergine’)

Per comodità di chi ci legge e magari non mastica l’inglese abbiamo trascritto l’intervista con Tom Pecheux. Ecco cosa ci ha spiegato:

Il trucco per la sfilata di N21 è molto fresco, molto giovane e molto cool. Per la pella non abbiamo usato quasi niente. Abbiamo applicato dei prodotti skin care, un po’ di correttore e niente foundation. Le sopracciglia sono ‘bushy’. Le chiamiamo ‘The Virgin Eyebrows’ [sopracciglia da vergine, immaginiamo perché le ragazze giovani non le lavorano ancora con la pinzetta, ndr].

Sugli occhi niente, soltanto un po’ di mascara e ciglia finte negli angoli esterni. Poi un po’ di ombretto nero, come una specie di smokey eyeliner. Le ciglia finte esterne danno quell’effetto ‘occhio da gatta’ ma in questo caso in versione giovane. Poi tanto gloss sulle labbra. E anche per il contouring. Niente colore dunque. Il contouring dona alle ragazze una certa forza. Così anche le sopracciglia. Si tratta di un look giovane e glamour. Cool e fresco.

Cosa hai usato per la pelle?

Per la pelle abbiamo utilizzato vari prodotti skin care. Dipende dal tipo di pelle della ragazza. Io sono un grande amante dell’olio. Amo massaggiare l’olio nella pelle perché la copre con un leggero strato. Questo dona quel look raggiante. Ogni stagione è comunque diversa; la pelle è sempre diversa. Io amo la pelle di settembre perché in quel periodo la pelle delle modelle ha una leggera abbronzatura e appare ben riposata. C’è poco da coprire e poco da nascondere. Perché usare fondotinta e cose del genere? Alessandro [Dell’Acqua] poi ha voluto delle pelli ultrafresche. Perciò abbiamo usato poco prodotto. Questo è possibile se si è giovani. Invecchiando però ci sono certe cose che preferiamo nascondere… 🙂

Charlotte Mesman per MARGHERITA.NET

Make-up. Pelle da passerella
N21 PE 2018, make-up: Tom Pecheux per M.A.C., ph. Charlotte Mesman
Make-up. Pelle da passerella
N21 PE 2018, make-up: Tom Pecheux per M.A.C., ph. Charlotte Mesman
Make-up. Pelle da passerella
N21 PE 2018, make-up: Tom Pecheux per M.A.C., ph. Charlotte Mesman
Make-up. Pelle da passerella
N21 PE 2018, make-up: Tom Pecheux per M.A.C., ph. Charlotte Mesman
Make-up. Pelle da passerella
N21 PE 2018, make-up: Tom Pecheux per M.A.C., ph. Charlotte Mesman
Make-up. Pelle da passerella
N21 PE 2018, make-up: Tom Pecheux per M.A.C., ph. Charlotte Mesman

 

Se ti è piaciuto questo articolo, non perdiamoci di vista. Aggiungi Margherita.net ai tuoi preferiti. Basta premere contemporaneamente i tasti CTRL e D sulla tua tastiera. Prova! :-)

 
 
NOVITÀ SU MARGHERITA