Optimus Potor

optimus-potor“Si beve troppo poco vino in Italia” parola di Paolo Monelli, Vero Bevitore

Torna dopo più di vent’anni “Optimus Potor”, del grande scrittore, giornalista e buongustaio Paolo Monelli. Un percorso sulle tracce del Vero Bevitore. All’interno del libro si trovano le immagini originali di Giuseppe Novello.

 È uscito in libreria l’opera di Paolo Monelli “Optimus Potor, ossia del vero bevitore”, pubblicato da Il Novello. O.P. (Acronimo di Optimus Potor) fu edito da Longanesi la prima volta nel 1963. Il libro racconta l’esperienza di bevitore che ha guadagnato Monelli durante la sua carriera di giornalista, diplomatico e uomo di mondo, nell’intento di delineare una descrizione appropriata dell’O.P., il bevitore per eccellenza. Come per l’edizione originale, anche qui ogni capitolo è abbellito dalle tavole del vignettista Giuseppe Novello. “Optimus Potor” è acquistabile in libreria e online.

Optimus Potor è uno splendido ritratto dell’Italia del dopoguerra, una storia d’amore in versione enogastronomica tutta italiana verso lo stile eccentrico ma sofisticato che caratterizza la passione per il gusto. Paolo Monelli, grande giornalista e scrittore, oltre che alpino, ripercorre le sue memorie di bevitore e buongustaio, ma anche la sua vita a contatto con la cultura, regalando deliziosi aneddoti. Il risultato è un’opera ironica, amorevole e deliziosa, in grado di descrivere, attraverso l’esperienza personale dell’autore, quello che è ruolo sociale vago e reale quanto un titolo nobiliare, ossia il Vero Bevitore. Per delineare chi sia l’O.P. e come si possa diventarlo, Monelli ha scritto un piccolo trattato di filosofia morale camuffato nelle vesti di itinerario enogastronomico, o meglio diario di viaggio tra i sapori e i profumi della vita, alla ricerca del gusto e della ubriaca follia che possiamo definire in ultima analisi felicità. O chiamiamolo vino.

Con uno stile di estrema eleganza che contraddistingue l’autore, si analizzano con semplicità i vini migliori, i detti tradizionali sul vino e le terre che lo ospitano, le tecniche di assaggio e anche i cocktail. Il tutto però è descritto attraverso gli aneddoti di Monelli tratti dalla sua esperienza di uomo di cultura, dai suoi viaggi e dal periodo di guerra passato come alpino. Si rende, così, firzzante e giocosa un’opera che per i temi trattati avrebbe rischiato di scadere nella banalità di una semplice guida enogastronomica. Al contrario di guida qui non c’è l’ombra, tutto è visto dal personalissimo punto di vista dell’autore, che si pone come unico scopo quello di comprendere e cercare l’Optimus Potor, la parte buona e più sincera di chi ama la vita, per riuscire a valorizzarlo dentro ognuno di noi. Una sorta di diario di viaggio, piccola ricerca filosofica in calici di vino e anche manuale umoristico di buone maniere, Optimus Potor è tutto questo e molto di più, come il vino non è semplice bevanda ma terra e cielo insieme.

Dalla quarta di copertina:

“Optimus Potor, il bevitore per eccellenza: Paolo Monelli dedica se stesso in questo volume, uscito a puntate per la Gazzetta del Popolo e successivamente edito da Longanesi nel 1963, celebrando la passione per l’enogastro nomia, cresciuta e maturata a seguito della ricca esperienza personale di buongustaio. Attraverso un reportage dal gusto vivace, l’autore ripercorre il cammino storico e privato della ricerca del piacere, partendo da riflessioni sullo stile che contraddistingue il vero bevitore, o meglio l’Optimus Potor, e spunti filosofici che coinvolgono il rito dell’estasi enologica. Il lettore sarà invitato a condividere un vero simposio letterario, tra citazioni esemplari e il rispetto per la tradizione enologica italiana. Vino, birra, cognac, dei ed eroi della vita comune di ogni intenditore, assieme a Monelli verranno esaltati in uno studio sincero sull’arte del saper bere, che qui accompagna il lettore con grande eleganza, in una trama tessuta di aneddoti inconsueti, tra le memorie personali di giornalista e vero bevitore. Luigi Novello, suo amico e collega, perfeziona l’opera con graziose vignette dallo stile elegantemente ironico.”

L’autore:

Paolo Monelli, nasce a Fiorano Modenese nel 1891. Partecipa alla Prima guerra mondiale combattendo nel corpo degli alpini, esperienza da cui scrisse il suo primo libro “Le scarpe al sole”. Ha lavorato come corrispondente estero per Il Resto del Carlino, La Stampa, Gazzetta del Popolo ed Il Corriere della Sera. Fu grande amico del vignettista di Codogno Giuseppe Novello, con cui scrisse numerosi libri illustrati. Muore a Roma nel 1984.

Citazione:

Ma sa soprattuto, l’O.P., che ogni volta che malinconia l’opprime, che il tedio paralizza in lui ogni disposizione al lavoro, che la sua trista condizione di vivente gli si rivela alla mente fuori della nebbia delle piccole cure quotidiane può ricorrere al vino; grazie al quale, con sapiente procedura con un rito che non è troppa esagerazione chiamare mistico, può giungere a trasferirsi in una seconda labile ma consolante zona di vita. Rito al quale tutto il corpo partecipa; l’occhio per lo splendore quieto  nel bicchiere, il naso per l’aroma (la maggior parte degli O.P. sono dotati di grande e capace naso, di narici vibratili); il palato per il gusto, l’ugola per quel gusto postumo e rivelatore che si manifesta quando il vino è già fluito giù per l’esofago, lo stomaco in cui si accende un temperato calore e crescendo il numero dei bicchieri votati un incendio e addirittura il sole; e le gambe che si disciolgono in languidezza, una languidezza che non pregiudica l’equilibrio.

Beve; e gli pare che l’anima che era prima come una pannocchia accartocciata perda ad una ad una tutte le foglie finché splende nuda e grimita nella sua grana compatta. Se la ritrova semplice e incorruttibile, senza scorie ne gromme, viva in un mondo di verità e di confidenza.

Collana: Barrique
Prezzo: €15,90
Pag. 260 – Formato cm 10×20
In libreria: settembre 2015
ISBN: 978-88-99177-03-4

 

Se ti piace leggere Margherita.net, abbonati gratuitamente alla nostra newsletter settimanale, ogni settimana nella tua mail. Fai click qui per saperne di piu.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.