Donne, moda e tendenze capelli. Il sito delle donne online
HOME MODA BELLEZZA SALUTE DIMAGRIRE CUCINARE OROSCOPO AMORE UOMINI
 

Home | Moda | Tendenze moda | Inverno 2011 2012 | Curvy: trend o realtà?

Curvy: trend o realtà?

Chiariamo subito di cosa stiamo parlando: curvy in inglese significa una ragazza con le curve messe nei punti giusti, non stiamo parlando di ragazze in sovrappeso.

Entrando nel backstage della sfilata di Elena Mirò, abbiamo incontrato le indossatrici che si preparavano alla sfilata, la prima cosa che salta all'occhio è la bellezza di queste modelle, assolutamente proporzionate che indossano in media la taglia 46.

Olessia Roudtchenko, Russia, 1,76 indossa la 44/46
Cosa significa curvy? Essere ciò che si è senza essere anoressiche, un messaggio positivo verso qualsiasi donna anche giovanissima. Si può essere modelle anche mangiando.

Ragazze alte, come le indossatrici devono essere, per cui immaginate su 1 m e 80 una taglia 46 quanto stia bene.

Eppure sono un contrasto netto con i backstage delle altre sfilate, quelle che vedono sfilare modelle dalla taglia 38 per intenderci, che devono avere le (non) forme di un manichino perché gli stilisti le vogliono così. Qui le ragazze ridono, si divertono e quando chiediamo loro come mai sono così rilassate nonostante lo stress presfilata rispondono sincere: 'Perché mangiamo!'

Milina, Slovakia, 22 anni Prima ero una modella standard ma poi ho preferito essere più normale, non enorme ma mi sento meglio così. Sono altra 1, 75 e indosso la 40.

Cosa significa curvy? E' un trend ma è anche ciò che le donne vogliono. Le straight model oggi sono skinny, ma nel 1990 Claudia Schiffer non era skinny come le modelle che sono venute dopo, era bella e normale. Stiamo tornando indietro in questo senso.

Alcune di loro prima di sfilare per la plus size erano modelle 'standard', ma poi hanno deciso che non era il caso di sottoporsi a diete impossibili e hanno cambiato modo di sfilare, come Camilla Hansen, danese di 23 anni che sfila da quando ne aveva 13, vive a New York ma lavora molto anche in Germania e Italia oltre che negli States.

Alison Hamata, 20 anni, Vancouver, Canada Cosa significa curvy? Non credo sia solo un trend. Mi considero sana e amo il mio corpo. Corro, e cammino molto. La plus size industry è rivolta a ragazze sane. Lavoro molto a New York.

O come Milina, slovacca di 22 anni che ricorda come negli anni 90 Claudia Schiffer e le altre top non erano certo delle taglie 38.

Gea, 21 anni, Brisbane, Australia Cosa significa curvy? Non è un trend, è una realtà, sempre più gente acquista abiti normali. Rappresenta la gente normale. Certe modelle sono fortunate e sono magre di natura, ma molte devono rinunciare a mangiare per essere magre.

Olessia Roudtchenko viene dalla Russia, parla un italiano perfetto e lavora da 13 anni nel mondo della moda. Considera le modelle plus size semplicemente delle ragazze dal corpo sano, un messaggio positivo verso qualsiasi donna anche giovanissima e cioè che si può essere modelle anche mangiando.

'Ho appena mangiato 2 muffin', ride 'abbiamo un diverso modo di vivere, io sono anche mamma e condivido pienamente la vita parallela, la moda non è la sola vita che ho. Lavoro per un'agenzia di Londra specializzata in modelle oversize, domani parto e vado a Los angeles per delle foto.'

Aija Barzdina, Lettonia, 30 anni 1, 78 per 73 kg che ogni tanto diventano 75. Per tenermi in forma mangio bene, non mi abbuffo, credono che le plus size mangino tanto. Non è vero, mangiano poco e spesso. Io devo tenere la mia taglia, 46, se no non lavoro. Curvy, un trend? Le modelle plus size hanno le forme, non sono obese, sono donne che si seguono bene ma non fanno le diete per essere una taglia 38. Una 48 può essere una bellissima donna. Dipende dall'età e dalla situazione. Aija lo scorso anno ha preso parte a una campagna contro l'anoressia e bulimia I'm not fashion victim - http://www.curvycan.it/. Anche lei era magrissima a inizio carriera, ma poi è passata da una 40 a una 46, e oggi sta molto meglio e si sente più allegra.

Costanza Cristianini per Margherita.net