OGGI È  
Donne, moda e tendenze capelli . Il sito delle donne online

Home | Fashion | Consigli | Lo stile 'Colazione da Tiffany'

Lo stile 'Colazione da Tiffany'

'Lei indossava un abito nero, aderente e fresco, portava sandali neri e una collana di perle. Un paio di occhiali neri le cancellava gli occhi' - Truman Capote, Colazione da Tiffany
I vestiti di Givenchy e i disegni della costumista Edith Head hanno reso Audrey Hepburn un'icona di stile, che ancora oggi, a 50 anni di distanza, rimane un punto di riferimento per la moda femminile.

'Il mio look è accessibile' diceva la stessa Hepburn, 'Le donne possono apparire come me tirando su i capelli, comprando grandi occhiali da sole e un tubino'.

E allora vediamo quali sono i dettagli di uno stile semplice da riprodurre, ma che proprio per la sua semplicità non deve lasciare spazio agli accessori inutili:

  • Jeans e maglione dolcevita: sono gli abiti preferiti dalla Hepburn anche nella vita privata, proprio come quando nel film canticchia Moonriver;

  • La camicia bianca: la prima volta che Holly incontra Paul nel film, indossa una camicia bianca che esalta la sua freschezza;

  • Il tubino nero: da Chanel in poi il tubino nero è un pezzo irrinunciabile per chi vuole essere elegante. E qualche decennio dopo, in Colazione da Tiffany, Audrey Hepburn lo ha riportato prepotentemente alla ribalta.

  • Occhiali da sole e cappello: il cappello enorme che la Hepburn sfoggia nel film, accompagnato da enormi occhiali da sole sono diventati sinonimo di stile ed eleganza da diva, quello stile che Audrey Hepburn si è portata dietro per tutta la sua vita anche fuori dal set.

Costanza Cristianini per Margherita.net


TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Teniamoci in contatto!
Iscriviti gratis alla newsletter di Margherita.net. Ricevi i nostri aggiornamenti settimanali direttamente nella tua mailbox

ADVERSUS
Moda uomo, modelle, stile e tendenze capelli uomo. Fai click qui, leggi ADVERSUS
Fai di Margherita.net la tua homepage. Basta fare click qui

Teniamoci in contatto! :-)
Iscriviti gratis alla newsletter di Margherita.net.
Ricevi i nostri aggiornamenti settimanali direttamente nella tua mailbox