OGGI È  
Donne, moda e tendenze capelli . Il sito delle donne online

Home | Mamme | Maternità | Trend: neonati davanti all'obiettivo

Trend: neonati davanti all'obiettivo. Sbarca in Italia la moda del 'newborn photography'

Arriva anche in Italia la moda di fotografare i neonati, trend diffuso e ben consolidato (da anni) in America e Australia. Anna Palermo e Sabrina Losso, giovani fotografe di Genova, sono in prima linea per quanto riguarda questa tendenza.

DI CHARLOTTE MESMAN



Studio Clorofilla
FOTO: STUDIO CLOROFILLA

Sbarca in Italia la moda della fotografia dei neonati, trend diffuso ormai da anni in America e Australia. A Genova prendono l'iniziativa Anna Palermo e Sabrina Losso, giovani fotografe. Nasce tutto con la realizzazione del libro 'Volevo un figlio... invece sono due!', manuale con testi e foto per mamme di gemelli, di cui sono autrici e fotografe. Da qui inizia la passione per la fotografia dei neonati, si documentano, si attrezzano e adesso sono specializzate nella fotografia di 'newborns'.

Le fotografie di Anna Palermo e Sabrina Losso divertono, inteneriscono, commuovono. Abbiamo intervistato Anna Palermo, e le abbiamo chiesto di introdurci in questo mondo, di raccontarci come funziona. La parte più difficile, dice, è indubbiamente quella farli addormentare. (Foto: a sinistra Anna Palermo, a destra Sabrina Losso)

Cosa si intende per la fotografia 'newborns'?

In genere si tratta della fotografia di neonati di meno di 15 giorni. In quel periodo sono molto buffi e divertenti ma soprattutto si lasciano addormentare facilmente. Hanno ancora quel sonno pesante che ci permette di metterli nelle pose tenere e divertenti che vedete nelle foto.

Come è nata l'idea di fotografare bimbi appena nati?

In realtà non è una cosa nuova. La 'newborn photography' è già molto sviluppata in America e anche in Australia. Molti la confondono con la fotografia di Anne Geddes, che è stata forse la prima ad utilizzare bambini molto piccoli nelle sue foto, ritrattandoli in situazioni particolari, mettendoli nella verdura, nella frutta, in un fiore. La nostra fotografia invece è più improntata sul neonato stesso. Al massimo usiamo dei gadget sul set, ma non c'è una post-produzione così estrema come quella di Anne Geddes. La nostra fotografia vuole essere soprattutto un ricordo prezioso per i genitori.

Studio ClorofillaStudio Clorofilla
FOTO: STUDIO CLOROFILLA

Sabrina [Losso, ndr] ed io abbiamo tutte e due un background come fotografe. Sabrina ha tantissima esperienza nel campo, ha fatto tante cose - ha studiato a Dublino e Parigi, ha diretto corsi, illustrato libri, ha il suo studio - e ha avuto due anni fa due gemelle, il che ci ha portato a pubblicare il libro "Volevo un figlio..invece sono due!". Io invece ho, subito dopo la laurea in Lettere Moderne, iniziato a lavorare come fotografa streetstyle e seguo ogni anno tutte le fashion weeks di Milano, Parigi e New York. Dal 2012 Sabrina ed io abbiamo aperto Studio Clorofilla, con specializzazione in servizi fotografici per neonati e famiglie.

Come si svolge il servizio fotografico di un neonato?

Di solito sono presenti sul set, oltre a me e Sabrina, la mamma e talvolta anche il papà. Il segreto sta nel riuscire a far addormentare il neonato. Cerchiamo sempre di farlo mangiare prima dello shoot, in modo che si addormenti con quel sonno pesante caratteristico dei neonati. Un sonno che ci permette di spostarlo, senza svegliarlo. Il nostro studio è attrezzato per questo, c'è anche lo scaldalatte, ci sono i 'ciucci', ecc. Abbiamo anche delle stuffette per scaldare l'ambiente perché i bimbi sono sempre un po' "nudini" nelle foto. Abbiamo dunque creato un ambiente dove i neonati si sentono tranquilli e dove si addormentano facilmente. Abbiamo addirittura delle registrazioni di rumori del fohn e dell'aspirapolvere, per farli rilassare. Siamo diventate vere esperte nel farli dormire! Una volta addormentati spostiamo le manine, le braccine per ottenere le pose desiderate, quelle un po' affagottate che inteneriscono tanto, e iniziamo a scattare. Uno shoot dura due ore, due ore e mezzo.

Studio Clorofilla
FOTO: STUDIO CLOROFILLA

Chi fa lo styling?

Siamo noi a fare lo styling. La mamma non deve preoccuparsi di niente. Facciamo il set ed abbiamo dei gadget per le foto. Come dicevo, i bimbi sono sempre un po' nudi. Indossano un tutù, un pantaloncino, qualche cappellino, un berrettino ma niente tutine colorate, scritte e cose del genere. I gadget li acquistiamo in America oppure li facciamo arrivare da Londra. Cerchiamo sempre cose originali, divertenti.

E se la mamma non se la sente di uscire di casa così presto con il neonato ?

Capita di in effetti che le mamme non riescano a venire perché non sono ancora in grado di gestire bene il neonato. Ci sono mamme disinvolte, ma ci sono anche quelle che il primo mese vivono nel totale caos. È vero che le foto migliori si fanno entro i primi 15 giorni, ma noi facciamo foto di bimbi di tutte le età. Possiamo anche raggiungere la mamma a casa sua per lo shoot al neonato, facciamo tanti shoot in giro per l'Italia, non solo a Genova. Portiamo noi i bank (le luci, ndr.) che possiamo appoggiare su un divano o un letto. Sono luci molto soft che non danno fastidio al bimbo. Poi un po' di gadget, un ambiente tranquillo, e si scatta!

Ringraziamo Anna Palermo e Sabrina Losso, Studio Clorofilla, www.studioclorofilla.com


TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Teniamoci in contatto!
Iscriviti gratis alla newsletter di Margherita.net. Ricevi i nostri aggiornamenti settimanali direttamente nella tua mailbox

ADVERSUS
Moda uomo, modelle, stile e tendenze capelli uomo. Fai click qui, leggi ADVERSUS
Fai di Margherita.net la tua homepage. Basta fare click qui

Teniamoci in contatto! :-)
Iscriviti gratis alla newsletter di Margherita.net.
Ricevi i nostri aggiornamenti settimanali direttamente nella tua mailbox