OGGI È  
Donne, moda e tendenze capelli . Il sito delle donne online
Margherita nei tuoi preferiti? Click!

Home | Mamme | Ginecologia | Tenersi in forma per un post partum sereno

Tenersi in forma per un post partum sereno

Il periodo dopo il parto non è solo un periodo di cambiamenti psicologici, ma bisogna curare anche le conseguenze che i 9 mesi di gravidanza e il parto lasciano in eredità al nostro fisico.

Possiamo fare qualcosa già nelle 40 settimane di gestazione o dobbiamo aspettare di avere partorito? Abbiamo rivolto la domanda a Dialma Guida, ostetrica e terapeuta del pavimento pelvico (www.guidalperineo.it):
La gravidanza, come del resto il puerperio, è un momento di grandi cambiamenti sia fisici sia psicologici. In gravidanza il corpo cambia: cambia la postura, il baricentro si sposta mettendo in sollecitazione legamenti e muscoli, gli ormoni influenzano la qualità dei tessuti, il peso dell'utero e del feto portano un'importante modificazione della statica pelvica e quindi del basso tratto urinario e intestinale. La vescica è sollecitata con possibili problematiche d'urgenza o incontinenza urinaria. Durante la gravidanza c'è un graduale aumento dei sintomi di frequenza urinaria e minzioni imperiose, l'utero gravidico e la testa del feto contribuiscono a sollecitare, irritandola, la vescica.

Sono frequenti i disturbi osteoarticolari, come sciatalgie, rachialgie, dolori muscolari, stitichezza. Mai come in questo periodo della vita della donna è necessario mantenere tutte le strutture ossee e muscolari perfettamente toniche e funzionanti.

Il benessere psicofisico è fondamentale per poter affrontare serenamente una lieta gravidanza e un puerperio sicuramente non privo di ostacoli, ma sicuramente ricco di grandi emozioni e di momenti lieti da condividere con altre gravide (è fondamentale il lavoro di gruppo).

L'attività fisica in gravidanza ha un'importanza basilare non solo perché aiuta la gravida a contrastare i fisiologici disturbi dovuti ai cambiamenti ormonali, scheletrici, vascolari, ma anche perché un corpo allenato avrà la capacità e la competenza per affrontare in maniera assolutamente diversa il momento del parto.

Per 17 anni ho condotto gruppi di preparazione in acqua al parto, l'acqua è un elemento meraviglioso per mantenere tonico un corpo gravidico in trasformazione. In acqua ogni movimento è possibile senza alcuno sforzo, l'acqua culla e accoglie.

Yoga, ginnastica dolce, danza del ventre, che possono essere introdotti nei corsi di preparazione al parto, sono altri modi per poter ascoltare in armonia il proprio corpo che cambia, l'importante è affidarsi a persone competenti che conoscano le fasi evolutive di una gravidanza con tutte le modificazioni e i disturbi.

Dalla 34° settimana è poi fondamentale dare una particolare attenzione al perineo, attraverso la ginnastica pelvica, una respirazione adeguata e un massaggio perineale, necessario per preparare questo luogo co-protagonista del parto. Prendere atto di questo muscolo che respira e si muove, si adatta e lascia andare è un passo necessario per affrontare con meno rischi possibili un parto.

Costanza Cristianini per Margherita.net


TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

SEGUI MARGHERITA.NET

Teniamoci in contatto!
Iscriviti gratis alla newsletter di Margherita.net. Ricevi i nostri aggiornamenti settimanali direttamente nella tua mailbox

ADVERSUS UOMINI
10 cose che le ragazze notano (eccome) in un uomo
Fai di Margherita.net la tua homepage. Basta fare click qui
Teniamoci in contatto! :-)
Iscriviti gratis alla newsletter di Margherita.net.
Ricevi i nostri aggiornamenti settimanali direttamente nella tua mailbox