Le coppie equilibriste

 

Quando durano più di qualche mese, le coppie evolvono. E se non evolvono, rischiano di scoppiare. Se un tempo il cambiamento più significativo si verificava quando lui andava in pensione e si ritrovava di colpo ad aiutare la consorte nelle faccende domestiche (immaginiamo con molta gioia di lei) o quando i figli si sposavano ed uscivano di casa, oggi tutto è più veloce, repentino e i cambiamenti di stili di vita si avvicendano a tutte le età e si ripercuotono all’interno della coppia per molte volte nell’arco della vita. E forse anche per questo le coppie non sono più eterne.

Di cosa stiamo parlando? Degli equilibri che si creano nelle coppie e che quando vengono a mutare creano conflitti, rese dei conti e spesso rotture. Prendiamo una coppia a distanza, di quelle che funzionano perfettamente anche con lunghi periodi di distacco. Nel momento in cui si riunisce finalmente, capita spesso che le cose non sono come le si erano sognate e la rottura è spesso l’unica soluzione. O di quando uno dei due partner abituato a lavorare fuori casa decide di lavorare da casa, cambiando così stile della propria vita, ma purtroppo anche quello del proprio partner. Alla stregua di un terremoto, i cambiamenti repentini non fanno bene alle coppie.

E’ successo anche a voi di ritrovarvi in una coppia che non ha più l’equilibrio iniziale? E cosa avete fatto?

 
Se ti piace Margherita.net abbonati alla nostra newsletter!
 
 

Lascia un commento

Send this to a friend