Fare la modella. I requisiti fisici per diventare modella. Quali le misure e l’altezza minima?

Fare la modella. I requisiti fisici per diventare modella. Quali le misure e l'altezza minima?
Fare la modella. I requisiti fisici per diventare modella. Quali le misure e l’altezza minima?

La domanda che riceviamo più spesso dalle lettrici è: come faccio a diventare modella? Beh, la prima cosa sono le cosiddette ‘misure’. Una modella, o una ragazza che vorrebbe diventare modella, non può prescindere da altezza e taglia. Che piaccia o no, queste sono le regole del lavoro di modella, e come per fare l’ingegnere è necessaria una laurea in ingegneria, per fare la modella sono necessarie le giuste misure. Quali sono dunque i requisiti fisici per fare la modella? Lo abbiamo chiesto ad uno dei più noti nomi nel mondo delle agenzie di modelle a Milano, Giorgio Barbieri, scout presso Brave Model Management a Milano. Ecco cosa ci ha detto.

Ci scrivono: sono molto bella, ma sono alta 170cm posso lo stesso fare la modella? Oppure… sono molto bella, ho 35 anni posso fare la modella? Quali sono le caratteristiche della modella, della fashion model, caratteristiche fisiche e non da cui non si può prescindere?

Giorgio Barbieri: Qui torniamo a quello che ti dicevo prima, noi a Milano non siamo in America. Se vai in America c’è lavoro per tutti, ci sono le sophisticated che arrivano a 70 anni… c’è lavoro per tutti. Loro hanno i clienti (e tantissimi) per ogni tipo di persona. Noi i clienti non li abbiamo o per lo meno non tantissimi, loro hanno i giornali, noi ne abbiamo pochi, si contano sulle dita di una mano.

E poi comunque se tu hai la possibilità di avere un tot di donne alte, il cliente si abitua a vuole solo quelle. La stessa cosa è successa anche in Giappone, dove sceglievano modelle di 169cm, 170cm. Adesso le vogliono alte, perché i clienti si sono abituati a vedere le modelle russe, 178cm… il problema è che un vestito sta meglio ad una ragazza di 178cm, perché la misura è la stessa. Ad una ragazza di 178cm un vestito arriva qua, lo stesso vestito ad una ragazza di 170cm devi metterglielo a posto. E allora visto che ci sono talmente tante modelle, i clienti si sono un po’ abituati ad aspettare quella giusta. Io ricordo un paio di anni fa avevo una ragazza alta, bellissima. Un designer famosissimo si è innamorato di lei, ha detto voglio lei. Ma il vestito anziché arrivare qui, arrivava qui… perché era alta. Niente da fare, lo stilista pur innamorato, non la ha voluta, tanto ne poi ne arriva un’altra che è perfetta… non vale nemmeno la pena di mettere a posto il vestito. Ne trovano sempre un’altra.

Tante ragazze si confondono, perché dicono: “io non voglio fare la mannequin ma voglio fare la fotomodella”. Questo succedeva negli anni ’70, ’80 quando c’era così tanto lavoro che… ora una che viene, quando ne prendiamo una dobbiamo essere sicuri anche di farla lavorare, di farla andare in giro a tutti i casting possibili. Adesso, se sei bella alta e hai le proporzioni giuste puoi fare tutti i casting. Se sei bassa, se non hai le proporzioni non puoi farli tutti, e questo costa, è un investimento che costerebbe. Ogni tanto capita, ogni tanto di sono delle eccezioni, che sono quelle che confermano la regola. Perché se poi la ragazza è stupenda… ma vivere solo di quello non è facile. In Inghilterra, sono un’isola, hanno regole leggermente diverse, perché fanno tutto internamente, hanno i clienti, possono fare come vogliono. Ma qui no.

Alessio Cristianini per Margherita.net in collaborazione con ADVERSUS

Ringraziamo Giorgio Barbieri
Model Scout
Brave Model Management Milano
http://www.bravemodels.com/

Se ti è piaciuto questo articolo, non perdiamoci di vista. Aggiungi Margherita.net ai tuoi preferiti. Basta premere contemporaneamente i tasti CTRL e D sulla tua tastiera. Prova! :-)

 
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE