Io penso positivo

La serenità è fatta di piccoli passi, non di grandi cambiamenti. Rifletteteci, quando vi sentite giù e per stare meglio vi sbafate una coppa di gelato coperta di panna montata oppure vi rannicchiate davanti alla tv in cerca di un rifugio dalle vostre angosce o peggio vi dedicate alla shopping terapia…. il risultato purtroppo non è positivo sulla vostra psiche. Stavate male prima, state male dopo.

Ci sono delle tecniche studiate da psicologi che aiutano a migliorare gradualmente l’umore e ci fanno sentire meglio nei periodi bui a patto di farle regolarmente (nessuno parla di scelte miracolose, ma semplicemente di atteggiamenti positivi che insieme miglioreranno decisamente il vostro stile di vita).

Qualche esempio? Gretchen Rubin è autrice di The Happiness Project e ha stilato una lista di atteggiamenti e comportamenti positivi e concreti seguendo i quali si riesce ad uscire da quel torpore e quel senso di tristezza che coglie tutti prima o poi in vari periodi della vita.

1 – Siamo animali sociali, quindi non isoliamoci quando ci sentiamo giù, ma obblighiamoci a fare almeno una di queste cose:

– scrivete un’email a un’amica che non sentite da tempo;
– telefonate all’amica del cuore per vedervi per un caffé insieme;
– organizzate qualsiasi cosa che preveda uscire di casa per vedere gente, il parrucchiere va bene, la pedicure anche.

2 – Obiettivi: ponetevi un obiettivo che preveda una sfida, imparare qualcosa di nuovo o programmare un corso che vi interessi:

– iscrivetevi al corso di ballo, di cucina o di lingue che vi appassiona di più. E non trovate scuse per non frequentarlo;
– se non volete impegnarvi in un corso che dura mesi, entrate in una libreria e trovate un libro che parli di un argomento che vi interessa, e poi leggetelo subito;
– nel peggiore dei casi, trovate un argomento che vi interessa e navigate in rete per approfondirlo almeno 20 minuti;

3 – Movimento: anche se non siete sportivi, imponetevi di muovervi:

– andate a piedi in ufficio o al supermercato, e non tirate fuori scuse per non farlo;
– uscite di casa e ponetevi una meta… e raggiungetela;
– se invece siete iscritti in palestra, andateci anche se non ci andate da mesi. Anche un solo allenamento vi darà giovamento psichico.

4 – Ordine: quello fisico aiuta quello mentale, per cui ponetevi un obiettivo:

– aprite l’armadio e riordinatelo, buttando via ciò di cui non avete bisogno;
– ripulite la scrivania e archiviate fatture e ricevute;
– prendete un sacco dell’immondizia e girate per la casa gettando tutto ciò che non vi serve, poi ripetete l’operazione raccogliendo le cose di cui potete fare a meno e regalatele.

Se ti piace Margherita.net abbonati gratis alla nostra newsletter settimanale!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.