Internet e sessualità: nuove prospettive

sessualita800

Negli ultimi anni Internet è stato sempre più spesso associato alla sessualità, nelle sue diverse sfaccettature. Questo medium sicuramente ha contribuito in modo significativo ad incrementare la diffusione e la condivisione di materiale erotico abbattendo frontiere, costi ed offrendo una sempre più grande varietà ad un pubblico sempre crescente. È importante però sottolineare come la ricerca e lo scambio di informazioni e materiale inerente alla sessualità non sia nato grazie ad Internet, ma è stato facilitato ed amplificato da quest’ultimo.

Questa gamma di comportamenti sessuali messa in atto attraverso Internet viene identificata con l’acronimo “OSA” (Online Sexual Activities) e comprende attività differenti tra loro che spaziano dalla ricerca di materiale erotico, alla visione di pornografia, ricerca di chat erotiche, gruppi di auto aiuto fino alla ricerca di un terapeuta per difficoltà inerenti alla sessualità. Una differenziazione che bisogna fare è quella che riguarda le diverse tipologie di attività (solitarie- interattive) e le caratteristiche percettive utilizzate dal soggetto (visive-narrative).

Diversi sono i modelli teorici che hanno provato a spiegare una così grande diffusione delle “OSA”. Il nucleo di queste teorie riguarda concetti come: l’Anonimità, la Convenienza, e l’Accessibilità che vanno ad evidenziare come la grande diffusione sia dovuta ad aspetti che riguardano la facilità ed il basso costo di questi materiali nell’era digitale, e nel contempo alla  percezione dell’utente di essere maggiormente protetto mettendo in atto questi comportamenti da “dietro uno schermo.

Di questo fenomeno vengono spesso messi in evidenza gli aspetti che riguardano i possibili rischi, maggior esposizione alle Malattie Sessualmente Trasmesse, Sexting, Cybersexual Addiction,  tralasciando quelle che invece sono le grandi potenzialità del medium Internet in correlazione con la sessualità.

L’utilizzo di Internet in maniera congruente può senza dubbio rappresentare per gli utenti un’opportunità di soddisfare i propri bisogni sessuali secondo modalità costruttive. Ad esempio, per alcune coppie le “OSA” possono rappresentare una nuova dimensione per esplorarsi: sia come strumento per incrementare la propria intimità, sia per condividere momenti intimi anche se separati dalla distanza. Secondo alcuni studiosi inoltre “I servizi virtuali favoriscono l’incontro con persone che condividono il proprio gusto sessuale, normalizzandolo e favorendo un’apertura verso tale comportamento” e quindi si può decidere se sperimentare o meno un nuovo comportamento sessuale prima di trasferirlo nella vita reale. Inoltre, molti utenti del web si sentono facilitati ad entrare in relazione con psicosessuologi o altre figure professionali per raccontare le loro storie  ed avere un primo incontro. Un’ultima potenzialità di questo medium in relazione alla sessualità è la possibilità di diventare “educatore sessuale” – in particolar modo per gli adolescenti- e più in generale una risorsa per cercare informazioni e condividere esperienze (forum e gruppi online) inerenti alla sessualità.

L’approdo della disciplina sessuologica sul medium Internet permette inoltre di abbattere le difficoltà riguardanti la distanza tra professionista e paziente, di rendere economicamente più fruibili alcune tipologie di intervento, di poter usufruire di consulenze via Email (servizio attivo presso l’Istituto di Sessuologia Clinica) per un inquadramento preliminare delle diverse situazioni e per poter prendere in considerazioni le diverse possibilità di intervento.

Per maggiori informazioni sul tema segnaliamo il servizio di consulenza telefonica gratuita dell’Istituto di Sessuologia Clinica di Roma (ISC) disponibile dal lunedì al giovedì dalle 15:00 alle 19:00 al numero 06 85356211. Un team di psicologi con specializzazione in sessuologia clinica risponderà alle vostre domande e fornirà indicazioni utili rispetto ai temi della sessualità.

Giacomo Recchi
Istituto di Sessuologia Clinica

Se ti piace leggere Margherita.net, abbonati gratuitamente alla nostra newsletter settimanale, ogni settimana nella tua mail. Fai click qui per saperne di piu.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.