OGGI È  
Donne, moda e tendenze capelli . Il sito delle donne online
Margherita nei tuoi preferiti? Click!

Home | Fare la modella | La differenza tra fotomodella e indossatrice

La differenza tra fotomodella e indossatrice

Ormai non c'è più quella grande differenza tra il lavoro di fotomodella e quello di indossatrice. Come una volta, quando sembravano essere addirittura due carriere separate. Una volta ti vedevano, ti inquadravano, ti dicevano: tu farai l'indossatrice. Oppure; Tu non potrai mai fare le sfilate... una volta. Non più.

Abbiamo intervistato Giorgio Riviera, booker di modelle a Milano. Giorgio lavora quotidianamente in mezzo alle fotomodelle (a volte non lo invidiamo!), ed è una delle persone più adatte a rispondere a questa e a molte altre domande sul lavoro di modella. Una piccola selezione delle moltissime che ci mandate e che se volete potete continuare a scriverci. Gli indirizzi li trovate nella pagina 'contatti' di Margherita.net.

Allora... cerchiamo di capirci qualcosa. Chi è che sfila in passerella adesso?
Le donne che vedi sui giornali. Prima c'erano le indossatrici pure, che non erano quelle che vedevi sui giornali, o nelle campagne pubblicitarie. Adesso si è tutto uniformato.

Anzi, sfilano i più le donne che vedi sui giornali, le donne più sono viste sui giornali e più sfilano. Dunque, devi già aver lavorato come modella prima di arrivare alla passerella. Almeno nel 90% dei casi è così. Le donne che fanno le sfilate, sono le stesse che fanno le campagne, gli editorial.

Perché gli stilisti vogliono associarsi a certi visi? (e a certi corpi?)
Perché la gente del settore vede la sfilata. Vedono per esempio modelle come Toni Garn, e allora tutti dicono: ecco Toni Garn! Vogliono insomma che chi vede la sfilata riconosca le modelle in passerella.

Ma il grande pubblico non le conosce...
Ma qui parliamo della gente che va alle sfilate. Gli stilisti vogliono donne conosciute nell'ambiente. Una sfilata con 20 donne, tutte conosciute, fa molto più scena di una sfilata con 20 ragazze sconosciute, o con una topmodel e19 beginners.

E l'altezza c'entra ancora allora?
Relativamente. Diciamo che una volta che hai un book con la copertina di Vogue, piuttosto che... una volta che hai un book che ti sostiene finisci anche a fare la sfilata di non so, Dolce & Gabbana, anche se sei 1.74m. Invece prima non era così. Adesso è il book che fa la differenza. Personalmente mi piaceva più prima. Prima era più tradizionale, le donne che sfilavano erano donne che sapevano camminare, adesso vedi donne che non sanno neanche camminare.

Allora arriviamo al corso di portamento? Serve?
Sarebbe meglio, oppure impari, se sei un po' sveglia, anche senza fare il corso. Ma sarebbe meglio.

Ma lo si fa tramite agenzia...?
È meglio organizzarlo tramite agenzia. C'è tanta gente che non ti insegna niente, ti rubano i soldi in pratica. C'è tanta gente che promette, ma non mantiene.

Conclusione...
Non ti puoi più proporre soltanto come modella che fa le sfilate. Sì, certo, ci sono le modelle che fanno showroom. Quello sì. Quello è rimasto. Per gli showroom di un certo livello ci vogliono delle modelle che sanno muoversi. Ma sono le modelle conosciute che fanno le sfilate.

Quanto viene pagata una modella per una sfilata?
Da 500 euro a 100.000 euro. Per essere più vicini alla realtà diciamo dai 500 ai 20.000 euro. E poi ho saputo che in occasione dell'ultima stagione una modella ha preso 100.000 euro per fare una sfilata. Non ne aveva bisogno, non aveva problemi a chiederli e li ha chiesti. Ed ha avuto 100.000 euro... (la prossima volta ci provo anche io! Ndr)

Cosa è più importante? La sfilata o le foto?
Tutte due. Perché molte donne vengono poi confermate per campagne perché sono state viste alla sfilata di Armani piuttosto che di Prada. Abbiamo una modella che ha fatto l'esclusiva per Prada l'ultima stagione e deve adesso scattare anche la campagna per Prada. Tutto in esclusiva e non hai idea quante altre redattrici o stilisti ci hanno chiamato per averla. Ma lei è in esclusiva e adesso la vogliono anche gli altri. Quindi sono importanti anche le sfilate per poi fare campagne e redazionali... le quali poi a loro volta ti aprono altre porte. È da lì che si diventa o non si diventa una topmodel... e sono veramente tanti i soldi che girano a quei livelli. Una modella conosciuta può arrivare ad essere pagata da 10.000 a 20.000 euro a sfilata...

Vuoi mandaci una domanda da 'girare' agli addetti ai lavori durante le nostre interviste? Scrivici nel form qui sotto

Scriveteci utilizzando il form di contatto con Margherita.net che trovate facendo click qui

 

margherita.net


TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

SEGUI MARGHERITA.NET

Teniamoci in contatto!
Iscriviti gratis alla newsletter di Margherita.net. Ricevi i nostri aggiornamenti settimanali direttamente nella tua mailbox

ADVERSUS UOMINI
10 cose che le ragazze notano (eccome) in un uomo
Fai di Margherita.net la tua homepage. Basta fare click qui
Teniamoci in contatto! :-)
Iscriviti gratis alla newsletter di Margherita.net.
Ricevi i nostri aggiornamenti settimanali direttamente nella tua mailbox