OGGI È  
Donne, moda e tendenze capelli . Il sito delle donne online

Home | Dimagrire fitness | I rischi di una dieta senza carboidrati

I rischi di una dieta senza carboidrati

Una dieta troppo povera di carboidrati provoca un eccessivo catabolismo dei grassi e delle proteine tessutali. La conseguenza è...

DI MARGHERITA.NET



Si sente spesso parlare di diete in cui la pasta, il pane, il riso e i carboidrati in generale vengono ridotti al minimo, o addirittura eliminati. Se ne sente parlare, e per fortuna molto spesso ci vengono anche segnalati potenziali rischi per la salute, derivati da diete dimagranti sbilanciate. In questa intervista la D.ssa Gabriella Mazzolari, Medico nutrizionista, esperta in dietologia e medicina anti-aging ci spiega cosa succede al nostro organismo quando non lo riforniamo di carboidrati in quantità adeguata.

Si sente parlare sempre più spesso di diete dimagranti molto povere in carboidrati, o addirittura prive di carboidrati. Quanto c'è di valido in questo tipo di diete. Ma soprattutto quali sono i rischi potenziali per la salute di chi si sottopone ad un regime alimentare così sbilanciato?

Una dieta sana è un regime alimentare equilibrato che comprende tutti i componenti nutrizionali (proteine, lipidi, carboidrati , sali minerali e vitamine).

Una dieta troppo povera di carboidrati provoca un eccessivo catabolismo dei grassi e delle proteine tessutali. La conseguenza è l'accumulo in circolo di corpi chetonici in eccesso che si accumulano nel sangue causando acidosi.

Nel tempo tale eccesso viene eliminato con le urine, attirando così tanta acqua per osmosi con conseguente disidratazione per l'organismo.

Margherita.net

Ringraziamo la D..sa Gabriella Mazzolari
Medico nutrizionista, esperta in dietologia e medicina anti-aging.
Sito Web: http://www.dottssamazzolari-medicinaenutrizione.it/

"Fin dai primi studi di medicina, avvicinandomi in particolare alla cura del diabete (con relative complicanze), alle patologie renali e ai trapianti di rene e pancreas, l'interesse primario è sempre stato quello di studiare il ruolo della nutrizione come prevenzione di complicanze correlate alle patologie trattate e come il mettere in atto determinati protocolli di cura preventivi potesse non far evolvere le stesse patologie o comunque non permetterne un rapido peggioramento. Con il passare del tempo, ma soprattutto confrontandomi con diverse tipologie di problemi e di pazienti, ho voluto avvicinarmi sempre più al vasto mondo dell'anti-aging, inteso non come un insieme di trattamenti antietà come spesso molti credono (infatti in maniera erronea viene usato il termine antiage, riferendosi a creme e trattamenti di bellezza) ma bensì come la medicina del vivere bene a lungo.
Medicina anti-aging, nutrizione e medicina estetica hanno quindi costituito nel tempo lo studio medico in cui lavoro dal 2007 in Lombardia."


TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Teniamoci in contatto!
Iscriviti gratis alla newsletter di Margherita.net. Ricevi i nostri aggiornamenti settimanali direttamente nella tua mailbox

ADVERSUS
Moda uomo, modelle, stile e tendenze capelli uomo. Fai click qui, leggi ADVERSUS
Fai di Margherita.net la tua homepage. Basta fare click qui

Teniamoci in contatto! :-)
Iscriviti gratis alla newsletter di Margherita.net.
Ricevi i nostri aggiornamenti settimanali direttamente nella tua mailbox