Come scegliere il fondotinta

Come scegliere il fondotinta
Come scegliere il fondotinta

Come scegliere la tonalità giusta del fondotinta? Fino a qualche anno fa, questa domanda non era contemplata da chi si truccava e ricercava un fondotinta. Esistevano in commercio soltanto fondotinta con tonalità rosate. Oggi tutto è fortunatamente cambiato. La scelta dei colori dei fondotinta è molto importante e oso dire che è forse la base primaria di un buon make-up.

Se ci soffermiamo a guardare la nostra pelle e la confrontiamo con la pelle di amici o amiche ci possiamo accorgere di quanto il colore sia differente da una persona all’altra. E’ questa la ragione per cui sono nati diversi colori di fondi che hanno come base o un pigmento giallo o un pigmento rosso.

Un professionista del make-up sa e deve usare sempre la regola della ruota dei colori per individuare il giusto colore di pelle di una persona e sapere di conseguenza scegliere il colore adeguato del fondotinta.

Naturalmente il tutto può sembrare difficile o impraticabile. Ma non è così. La pelle presenta una colorazione che tende sempre o al giallo o al rosa. Ecco allora che la scelta del proprio colore diventa facile se solo ci soffermiamo di più e guardiamo attentamente la pigmentazione che ci è più vicina.

La prova si può effettuare facilmente sulla mascella nella parte più vicina al collo. Si prenderà una spugnetta e un campione di prodotto da poter stendere nella zona di cui parlavamo. Se il colore combacerà con il colore della nostra pelle il risultato sarà che non si vedranno differenze tra il colore del fondotinta e il colore della nostra pelle. A questo punto vorrà dire che la scelta effettuata è la scelta giusta. Se invece si noterà una differenza vorrà dire che il colore scelto non è adatto a noi.

Ciò potrà accadere o perché si è sbagliata la scelta della pigmentazione del fondotinta (esempio: pelle più gialla e fondotinta rosato) oppure perché si è scelto un fondotinta o troppo chiaro o troppo scuro (esempio: si è scelto un fondotinta giusto nella pigmentazione ma troppo scuro rispetto alla tonalità della nostra pelle)

Il consiglio che mi sento di dare è di scegliere un fondotinta uguale e identico alla colorazione della nostra pelle perché è antiestetico molte volte vedere persone che indossano fondi più scuri della pelle credendo di avere un colorito più sano ma apparendo invece come se indossassero una maschera.

Quale tipo di fondotinta scegliere: per la pelle grassa, per la pelle secca, per la pelle acneica? Anche il tipo di fondotinta che si sceglie è molto importante. La nostra pelle rappresenta ciò che siamo anche dentro. Consiglio una sana alimentazione che aiuta ad equilibrare il derma e una corretta e profonda pulizia da effettuare ogni giorno prima e dopo l’applicazione del trucco.

Consiglio poi di osservare la nostra pelle al mattino appena svegli: si scopriranno delle cose indicative del suo stato e si imparerà di conseguenza a scegliere i prodotti più adatti.

In linea generale una pelle normale potrà indossare qualsiasi tipo di fondotinta inteso come texture diversa. Una pelle normale appare compatta, colorata ma non troppo e mai oleosa.

Se notiamo di avere invece zone oleose di solito presenti su fronte, naso e mento allora la scelta deve essere un po’ più complessa. Si dovranno combinare due tipi diversi di fondotinta: uno matte nelle zone che presentano oleosità e uno cremoso nelle zone non oleose. La combinazione rende il risultato migliore e più resistente nel tempo ma ove ciò non fosse possibile consiglio allora di “difendersi” con una ottima crema idratante che rilascia idratazione nel tempo senza rendere la pelle oleosa. Si potrà così utilizzare un fondotinta cremoso sicuri che il risultato sia perfetto almeno per un tempo adeguato (che varierà molto a seconda degli individui).

Per le pelli secche il consiglio è naturalmente di idratare il più possibile e di scegliere fondotinta a base d’acqua che aiutano meglio la pelle a rimanere ben protetta e la dissetano.

Non va dimenticato che la tecnologia adoperata nel “costruire” i prodotti di bellezza moderni è veramente all’avanguardia in termini di ingredienti utilizzati, di texture offerte e di risultato ottenuto.

Per le pelli acneiche il discorso cambia un po’. In ogni caso bisogna utilizzare soltanto prodotti non-comedogenici, cioè prodotti che non disturbano la pelle e la lasciano nello stato in cui la trovano, senza danneggiarla. Sono prodotti concepiti per non ostruire i pori e per non creare punti neri o cose simili. Fatta questa premessa la scelta del fondotinta adatto per le pelli acneiche è un po’ delicata.una pelle acneica può essere oleosa o secca. A questo punto valgono le cose dette sopra ma con alcune modifiche per rendere l’aspetto della pelle naturale e ben coperta.

Consiglio sempre l’uso di un correttore, più intenso nella copertura, per coprire eventuali brufoli o macchie della pelle e l’applicazione del fondotinta su tutto il viso o nelle zone che ne necessitano senza mai abbondare, poiché il coprire troppo con i prodotti rende la pelle troppo spessa e anziché nascondere si mette tutto in evidenza. Usate il fondotinta con “rispetto” e con le dovute maniere senza eccedere.

Il prezzo di un fondotinta è indicativo della sua qualità? Ahimè!!! Ebbene sì. Si potrebbe credere che non sia così ma lavorando da anni in campo cosmetico mi rendo conto che il rapporto qualità prezzo in questo settore è strettissimo. I grandi colossi della cosmetica sono aziende che investono ingenti somme di denaro nella ricerca di nuove tecnologie per la creazione di prodotti sempre più avanzati, dalla resa eccezionale e dal risultato spesso sbalorditivo e superiore a molte aspettative.

Tutto questo ha ovviamente un costo che si riflette sul prezzo dei prodotti ma che ha una sua ragione nel gioco delle cose. Nessuna di queste case con una fama consolidata e affermata nel mercato vuole ovviamente perdere la reputazione con prodotti di basso prezzo e di scarsa qualità. Tutto ciò che viene creato ha dietro uno studio lunghissimo nel tempo fatto da professionisti in campo medico-scientifico, biologico, dermatologico e sempre i prodotti creati non vengono neppure testati su animali ma solo su volontari o pelli sintetiche. Questo aumenta i tempi di realizzo e uscita dei prodotti stessi, ma ci rende grandi e amici anche di esseri così fedeli e innocenti come gli animali.

A volte anche solo per questa ragione è meglio acquistare un prodotto più costoso sapendo che non si fanno esperimenti su creature innocenti. Il prezzo, poi, data l’alta resa dei prodotti in termini di applicazione ma anche l’alta resa in termini di ingredienti (fattori emollienti, vitamine, antiossidanti naturali) è una conseguenza naturale di questi fattori, della scelta di dare sempre il meglio alle consumatrici che non vogliamo mai rendere insoddisfatte, ma vogliamo sempre e ogni giorno di più stupire con la nostra fantasia, la nostra professionalità ma soprattutto con la nostra serietà.

Per questa stagione va di moda il fondotinta ‘lucido’ con micropigmenti che riflettono la luce o quello mat? Oppure dipende dal tipo di pelle/tipo di trucco? Ancora una volta la domanda prevede più risposte. Ovviamente si distinguono ogni stagione nuovi trend, ma il rispetto che porto verso le persone mi fa riflettere e rispondere che non c’è una regola. Tutto è lecito se ci fa piacere farlo e se si addice a noi come persone, perché in fondo siamo noi a dover scegliere chi vogliamo essere e come vogliamo apparire. Tanto dipenderà da ciò che dobbiamo fare o dal perché vogliamo un tipo di make-up piuttosto che un altro. Personalmente ritengo che tutti i fondotinta siano sempre adatti senza distinzione tra un fondo per certe occasioni e uno per altre. Molte donne usano fondotinta riflettenti la luce di giorno e matte di sera o viceversa. Ciò che realmente è necessario sapere è come sarà il risultato di un tipo di make-up piuttosto che un altro e allora scegliere consapevolmente, sapendo esattamente che messaggio daremo e come verrà interpretato. Libertà è la parola d’ordine nella scelta del fondotinta (salvo poi le eccezioni riportate qui sopra).

Charlotte Mesman per Margherita.net

Se ti piace leggere Margherita.net, abbonati gratuitamente alla nostra newsletter settimanale, ogni settimana nella tua mail. Fai click qui per saperne di piu.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.