C’è vita dopo il divorzio?

Eccome, anzi molto spesso la vita inizia davvero quando si chiude un capitolo doloroso come la crisi di una coppia. E non ci sono scuse che tengano. Superata la inevitabile fase di ‘lutto’ si può, e si deve, riprendere a vivere. Come prima. Meglio di prima.

Già, ma come fare? Come rimettere insieme i pezzi di una vita che – apparentemente – non ha più dei punti di riferimento? Cosa fare, cosa non fare, come rimettersi in sesto dopo un divorzio che ci ha lasciate disorientate, frustrate, prive di energie. Ecco i nostri consigli.

1) Fare. Il punto della situazione. Cosa hai, cosa non hai. Come sei messa. Lavoro, (forse) figli, età, amicizie, rapporti familiari… è importante avere un quadro chiaro della situazione.

Poi, se sarà il caso, potrai iniziare a disperarti (scherziamo! Non è mai il caso di disperarsi, nemmeno nelle situazioni che sembrano le più buie), ma mai prima. A volte tendiamo a vedere le cose più nere di quanto non lo siamo. Vediamo di fare luce sulla situazione.

2) Non fare. Non rimproverarti, non sentirti responsabile per quanto è successo. Nemmeno se lo sei. È successo, e basta. Guarda al futuro, guarda avanti.

3) Non fare. Non dare l’impressione di volere a tutti i costi riempire il vuoto con un’altra relazione. Farai allontanare chi potrebbe interessarti, e attirerai gli uomini sbagliati (quelli che in gergo si chiamano ‘avvoltoi’)

4) Fare. La cosa più importante quando si chiude un capitolo così importante, e in maniera così ufficiale, è sentirci bene con noi stesse. Quindi: massima cura per il tuo aspetto, per il tuo corpo, il tuo abbigliamento. Massima cura (nei limiti delle tue disponibilità economiche chiaramente) per i tuoi bisogni e – perché no – i tuoi capricci. Viziati, coccolati, non farti mancare niente.

5) Non fare. Non cercare di vendicarti, non usare i vostri figli (se ne avete) come arma di ricatto. Cerca di essere adulta, e pretendo un uguale atteggiamento da parte del tuo ex.

6) Fare. Pianifica il tuo futuro. La tua tranquillità economica innanzitutto. Lascia perdere gli uomini per un po’ e concentrati sulla tua indipendenza. Per gli uomini ci sarà sempre tempo, e la prossima volta ti avvicinerai ad una relazione con atteggiamento più sicuro e forte.

7) Non fare. Non restare aggrappata al passato. Guarda avanti.

8) Fare. Cerca l’aiuto e il conforto delle amiche (senza diventare un peso eccessivo altrimenti piano piano si allontaneranno…) e soprattutto della tua famiglia.

Margherita.net

E voi cosa ne pensate?

Se ti piace leggere Margherita.net, abbonati gratuitamente alla nostra newsletter settimanale, ogni settimana nella tua mail. Fai click qui per saperne di piu.

4 Comments

  • Purtroppo dopo il divorzio mi sembra, che la vita sia finita.Lo so che non e` cosi, a tutti sto dicendo che tutto a posto, sto bene, invece in realta chiudo gli occhi e davanti sempre LUI. Con suo sorriso, con i scherzi, con i lunghi discorsi, sento odore della sua pele, sento le mani , ma tutto questo e solo fantasia….Lui mi ha lasciato dopo 16 anni!Ha detto che non mi ama, che piu non sente niente…Potrei accetare, succede se non anche la nostra differenza di eta`, sono piu` giovanne di lui 39 anni e abbiamo un figlio, che ha 14 anni.Spiegate mi sono impazita io o LUI? Pure mi ha traditto, mi ha fatto tanto del male, ero daccordo per il divorzio e passati gia 8 mesi.Con la mente capisco ho davanti tutta la vita, ho 40 anni, sono molto bella , alta 1.74. Ho le lauree. Solo che non riesco uscire dalla dipressione.Lui sia messo con una ragazza piu giovanne di me, lei ha 32 anni pero e brutta. Ma non vede? Perche nostro gradne amore sia distrutto cosi?Quando potro non oddiare gli uomini ? quando ricomincio sorridere e smeetto di piangere ? Ripetto con cervelo capisco tutto, ma con quore mi sembra di morire

  • Sono una donna divorziata da tantissimo tempo.Non nascondo che i primi tempi sono stati difficili perchè fare da madre e da padre ai propri figli costa uno sforzo enorme.Per anni ho dimenticato di vivere, di essere donna, concentrando la mia attenzione sui figli, sulla loro crescita ed educazione. Ho avuto però belle soddisfazioni vedendoli realizzati professionalmente.
    Ora che i figli sono grandi, non mi pesa la solitudine; anzi non mi sento affatto sola, mi sento una donna libera..

    • Cara fedora, grazie per averci raccontato la tua storia, sara certamente di aiuto per chi sta passando ora quello che tu hai gia passato e superato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.