Donne, moda e tendenze capelli. Il sito delle donne online
HOME MODA BELLEZZA SALUTE DIMAGRIRE CUCINARE OROSCOPO AMORE UOMINI
 

Home | Bellezza | Tendenze trucco make-up | Lezione di trucco: la base perfetta

Lezione di trucco: la base perfetta Il make-up artist Antonio Fortunato di Mac Cosmetics ci svela i segreti di una base perfetta. Un'intervista - o meglio: una vera lezione di trucco - con consigli preziosissimi.

Backstage Luisa Beccaria

I tempi dei fondotinta pesanti con l'effetto 'mascherone' e gli strati di cipria inverosimili sono passati. Le tecniche sono sempre più avanzate e i risultati sempre più raffinati. Nel backstage delle sfilate non abbiamo visto che modelle con la pelle di porcellana, delicata, perfetta. Capolavori da parte dei truccatori che con mano esperta (e con i prodotti giusti) donavano ai visi delle modelle forma, luce e luminosità senza appesantire mai la pelle. Anzi, le modelle, anche se con una pelle quasi irreale tanto era perfetta, eterea, non sembravano nemmeno truccate.

Quale è il segreto per una pelle, una base così? Come si fa a creare una pelle così luminosa, così bella e 'leggera'? ci siamo chieste (anche perché, siamo oneste, una pelle così, la vogliamo anche noi!). Il make-up artist Antonio Fortunato di Mac Cosmetics ce lo ha spiegato, passo per passo. Ci ha raccontato le tecniche e i prodotti che vengono usati nel backstage delle sfilate per creare una base 'moderna'. 'Una base', come dice Antonio, 'che non rende il viso piatto, tutto uniforme, ma che dà volume ed espressione'. Con i suoi consigli preziosi e tip pratici deve essere possibile anche per voi riuscire a creare una base perfetta. Noi abbiamo già seguito i suoi consigli :-).

Passo 1: applicate una crema idratante

Il primo consiglio di Antonio Fortunato: applicate una crema idratante prima di stendere il fondotinta

Una pelle ben idratata è la base per un trucco ben riuscito. La crema rende più elastica la pelle e il fondotinta tiene meglio. La pelle rimane inoltre più idratata nel corso della giornata.

Che crema usare? Una crema idratante che si sceglie in base alla propria pelle. Chi ha la pelle grassa, scelga un tipo di crema specifico per la pelle grassa, che potrebbe essere 'Oil Control Lotion' di Mac, che regolarizza la produzione del sebo e rende più opaca la pelle. Chi ha la pelle secca dovrà optare per una crema più grassa, o almeno più ricca, che potrebbe essere 'Moisturelush Cream' di Mac, che forma una base ideale per il fondotinta.

Applicate la crema sul viso, massaggiatela, aspettate qualche secondo per farla assorbire oppure togliete l'eccesso di crema tamponando la pelle con un fazzolettino di carta.

Passo 2: optate per un primer

Il secondo consiglio di Antonio: se volete fare tutto come si deve, allora optate per un primer, una base preparatrice per il fondotinta (per capire il concetto, avete presente il primer che usate quando verniciate una porta o una finestra?)

Un primer non è altro che un prodotto che prepara la pelle all'applicazione del fondotinta. Il primer va messo sopra la crema idratante ed è a base siliconica, aiuta a fissare il fondotinta. Corregge poi piccole imperfezioni e rende più uniforme la pelle. Primer ideali sono 'Prep + prime skin' (con o senza SPF 50) e 'Prep + prime eye' (una base per le palpebre) di Mac. Contengono anche delle microparticelle che rendono più luminosa la pelle.

Passo 3: scegliere il fondotinta

Il consiglio di Antonio: scegliete il fondotinta in base al tipo di pelle ma anche in base al risultato che volete ottenere

Se volete ottenere un effetto naturale, allora scegliete un fondotinta leggero. I prodotti più leggeri sono di solito liquidi. 'Per le modelle alle sfilate noi usiamo spesso il fondotinta 'Face and Body', racconta Antonio, 'perché è naturalissimo, uniforma appena appena ed è luminoso come tonalità'. Se invece si vogliono camuffare delle venuzze (couperose), macchie o acne, bisogna optare per un fondotinta più coprente, che può essere Studiotech di Mac. Per la pelle secca è adatto 'Moistureblend SPF 15', un fondotinta cremoso ma compatto con una copertura media. Anche il fondotinta 'Select SPF' ha una copertura media e dona un aspetto luminoso e fresco. Se amate la pelle più mat, è più indicato 'Studio Fix Fluid Spf 15'.

Spesso si pensa ancora che il fondotinta non vada usato ogni giorno perché non andrebbe bene per la pelle, ma i fondotinta di oggi curano la pelle e formano addirittura una barriera protettiva contro interferente esterne come il sole e il freddo. Talvolta dunque è meglio usarlo piuttosto che uscire a 'viso scoperto'.

Passo 4: applicare il fondotinta

Il consiglio di Antonio: utilizzate un pennello per stendere in modo più uniforme il fondotinta sulla pelle

Esistono diversi tipi di pennelli per applicare il fondotinta. I make-up artist di Mac usano spesso e volentieri il pennello numero 187, un pennello che è facile da riconoscere perché è bicolore. La parte nera è naturale, mentre la parte superiore è bianca e sintetica. Diversamente dalla spugnetta il pennello non assorbe troppo colore, sfuma bene il prodotto e rende la base omogenea e allo stesso tempo naturale.

Come usare il pennello? Il pennello per il fondotinta deve essere usato con movimenti rotatori. Si prende una piccola quantità del prodotto sul dorso della mano (mai direttamente sulla spugna o il pennello) e si inizia a sfumare. Solitamente si parte dal centro verso l'esterno perché così la parte più luminosa, la parte più uniforme è la parte centrale del viso. I contorni possono anche essere anche più sfumati.

Passo 5: camuffare

Il consiglio di Antonio: è meglio applicare il correttore dopo il fondotinta, perché altrimenti, quando si sfuma il fondotinta si rischia di portare via il correttore

Anche la scelta del correttore dipenderà dal tipo di pelle e le esigenze. I compatti sono ideali per chi vorrebbe una copertura totale. Corretto fluido o in stick sono più leggeri. Per camuffare delle occhiaie però è più indicato un prodotto cremoso o compatto.

Anche per applicare il correttore è meglio utilizzare un pennello (Antonio consiglia un pennello ovale in setole naturali, per esempio il numero 217 di Mac). Per camuffare le occhiaie si mette una piccola quantità del prodotto sul dorso della mano, ci si passa il pennello e si inizia ad applicare il prodotto dall'angolo interno dell'occhio, vicino al naso, per illuminare questa zona che rimane anche troppo spesso scura. Poi si lavora verso l'esterno, non sfumando ma piuttosto picchiettando il prodotto, per far si che si amalgami bene ma non venga assorbito troppo dalla pelle.

Passo 6: un segreto dalle passerelle

Il consiglio di Antonio: per un effetto luminoso, applicate una crema con particelle che riflettono la luce sulle parti 'sporgenti' del viso

Il segreto della pelle delicatamente illuminata delle modelle sulle passerelle viene dato da un paio di raffinati 'finishing touches'. Uno di questi è l'applicazione di una crema iridiscente sopra il fondotinta. È molto adatto 'Strobe Cream' di Mac, una crema con un pigmento leggermente rosato. È proprio il rosa che dona l'effetto più sano e più giovane (pensate alla pelle di un bambino).

Mettetene una piccola quantità sul palmo della mano, sfregate delicatamente le mani e tamponate poi le parti più sporgenti del viso - zigomi, naso, fronte e mento - con la crema.

Passo 7: la cipria

Il consiglio di Antonio: non utilizzate troppa cipria

Se avete seguito tutti i passi qui sopra, è ora di passara alla cipria. Applicatene una piccola quantità sul dorso della mano, passateci un pennello grande da cipria, picchiate via il superfluo e passate il pennellone con mano leggera sul viso. Ricordatevi che la quantità deve essere minima, deve bastare solamente per togliere un po' di lucido.

Passo 8: scolpire il viso

Il consiglio di Antonio: per non rendere piatto il viso, ma per dare forma e volume, lavorate con luci ed ombre, con contrasto tra chiaro e scuro

L'ultimo passo si potrebbe definire 'shape & sculpt' (dare forma & scolpire). Questa è una tecnica professionale che viene spesso utilizzata dietro le quinte delle sfilate. È tutto un discorso di dare forma al viso. Per questo i make-up artist utilizzano delle polvere più chiare e più scure dal colore quasi neutro per scurire e schiarire. I colori più chiari ('shape') servono per illuminare le zone in cui si vuole dare sporgenza, i colori più scuri ('sculpt') per incavare le zone dove si vuole incavare, ammorbidire. La collezione di Mac contiene anche un unico prodotto con una tonalità chiara e una scura - 'shape & sculpt' - per illuminare e contrastare il viso.

Di solito è meglio iniziare con il colore più chiaro che viene applicato sul naso, sugli zigomi e nella zona intorno agli occhi. Le tonalità più scure si usano per l'incavo sotto lo zigomo, per le ali del naso e le tempie. Per scolpire gli zigomi per esempio si applica prima il colore chiaro sopra gli zigomi e poi si mette, nell'incavo sotto gli zigomi, il colore più scuro, per ottenere proprio l'effetto chiaro-scuro. Per dare un effetto ben definito al viso, si può mettere anche un po' di colore tra il viso e il collo, per rendere il (sotto) mento meno visibile.

Basta ricordarsi sempre di non esagerare, perché soprattutto alla luce del giorno si potrebbe rischiare l'effetto ' mascherone' (ed è proprio quello che non vogliamo!).

Infine...
È così vi abbiamo svelato un bel po' di segreti dal backstage delle sfilate (ecco perché le modelle sono tutte belle!). Per una base perfetta, impeccabile, 'da modella', non basta dunque applicare semplicemente un fondotinta e una cipria. Ci vogliono altri prodotti e gli strumenti giusti, ma soprattutto anche i contrasti tra luce ed ombre, tra chiaro e scuro. Dietro i visi perfetti, eterei, delle modelle c'è molta tecnica ed esperienza, ma con un po' di pazienza, i consigli giusti, i prodotti e gli strumenti adatti potete riuscirci anche voi.

Margherita.net