Donne, moda e tendenze capelli. Il sito delle donne online
HOME MODA BELLEZZA SALUTE DIMAGRIRE CUCINARE OROSCOPO AMORE UOMINI
 

Home | Bellezza | Tendenze capelli | Capelli estate 2010 | Tendenze capelli estate 2010


(Sfilata Massimo Rebecchi A/I 2010/11)

Tendenze capelli estate 2010
Festeggiamo l'arrivo della primavera con una nuova acconciatura

Le tendenze capelli primavera/estate 2010 spiegate da Roberto Nardozzi hair & beauty consultant. Intervista sulle tendenze capelli donna per la primavera e per l'estate del 2010.

È in arrivo la primavera (anche se certi giorni ancora proprio non sembra...). E con l'arrivo della bella stagione, arriva anche la voglia di cambiare look. Di cambiare acconciatura. Ma per che taglio scegliere? Un taglio corto, medio, o lungo? Per quale colore di capelli optare? Nessuno meglio di Roberto Nardozzi, ci può consigliare in merito. Ecco quindi le tendenze capelli per la primavera e per l'estate 2010, ma soprattutto i consigli dell'esperto per scegliere un'acconciatura che sia trendy, ma soprattutto adatta a ciascuna di voi.

Come scegliere? Seguire le tendenze? Come vede Roberto Nardozzi le tendenze capelli primavera estate 2010? 'Quali sono secondo lui le lunghezze e gli stili che saranno 'trendy da portare' durante la stagione calda del 2010?'

Roberto ci soprende subito con la prima risposta.

'Mi distanzio', ci dice 'da quella schiera di professionisti che fa della tendenza una regola di vita per sè e per il proprio pubblico. Cerco sempre di leggere i mood della moda attraverso lo stile di vita della persona che ho in trattamento e la sua 'datità' fisica.

'Ma', aggiunge per aiutarci a capire meglio il concetto e ad orientarci comunque tra le tendenze capelli estate 2010 'diciamo che se una persona si sente di interpretare la tendenza, attualmente essa è ispirata agli anni '80.'

La scelta dell'acconciatura in base alle stagioni Sulle passerelle per la primavera estate 2010 si sono viste soprattutto tante modelle con acconciature corte. Chiediamo a Roberto Nardozzi quali sono le lunghezze che andranno di moda, secondo lui, nei prossimi mesi. La sua interpretazione è ancora una volta tutto tranne che prevedibile, mettendo sotto una luce tutta nuova la scelta dell'acconciatura. Più che prendere le passerelle come punto di partenza, Roberto Nardozzi ci consiglia di guardare le stagioni.

'Mia personale convinzione è che d'inverno sia perfetto il taglio di media lunghezza. Non il lunghissimo che si sovrappone ai lunghi cappotti sembrando una coltre di lana, non il cortissimo che mal sposerebbe i volumi ingombranti di giacche a vento evocando la silhouette di Bibendum. D'estate invece il taglio deve essere un elogio alla naturalezza: valorizziamo il viso scoprendolo con un taglio corto, o lasciamo i capelli lunghi e liberi. Le acconciature più contemporanee per l'estate saranno quelle dall'effetto poco studiato: molto 'fluffy'.

Tonalità morbide effetto 'bagnato al sole d'estate' I capelli in primavera e in estate vengono da sempre associati con delle tonalità più chiare, schiarite dal sole. Sulle passerelle alle sfilate abbiamo addirittura visto tante teste biondo platino. Chiediamo a Roberto Nardozzi se questo può essere considerato un trend e eventualmente quali sono i nuovi colori per la stagione in arrivo.

'Non amo i colori troppo forti. L'ideale è una schiaritura morbida, effetto 'bagnato al sole d'estate'. Non credo esistano nuovi colori: le tinte troppo suggerite corrispondono ad esigenze di mass market delle case produttrici che devono 'turnare' i colori più venduti. Questa logica non mi appartiene. Amo la sartorialità: il colore deve essere a misura della persona che lo chiede, del suo stato d'animo, della sua salute.'

L'icona di stile per quest'estate? Chi è l' "icona di stile" per l'estate 2010? Chi ispira gli hair stylists, e chi ispira il pubblico? Se non sono le tendenze ad ispirarci ma più la 'personalità della persona', ci sarà qualcuno che ispira parrucchieri e pubblico?

'Impossibile ignorare cha da quasi trent'anni Madonna sia icona per antonomasia', ci dice Roberto Nardozzi. 'Professionista dello spettacolo, in grado di generare fenomeni di costume che le persone seguono. Come la Fenice sa risorgere da se stessa nella direzione nuova sempre giusta, un passo avanti agli altri sempre.'

Per concludere un consiglio per le nostre lettrici che sono alla ricerca di idee, ma soprattutto di una guida per la propria acconciatura estiva? 'Uno stilista ha una tendenza inconscia e una attitudine naturale a riconoscere ciò che lo ispira in materia di gusto. Questo è un dono che un professionista della bellezza deve avere e deve mettere a disposizione del suo pubblico. La maggior parte del pubblico va generalmente soggetto a un meccanismo identificativo più immediato: ama una marca di vestiti, si identifica nel messaggio pubblicitario che li comunica, li veste, senza mediare con il proprio aspetto e la propria età per cercare un risultato armonioso.'

Cerchiamo quindi di pensare con la nostra testa e di essere realistiche ed obiettive. Quello che sta bene sulla testa di Lady GaGa o di Madonna o chi per loro non sta (purtroppo dirà qualcuna) necessariamente bene su di noi. Teniamone conto.

Ringraziamo Roberto Nardozzi, http://www.fourthfloor.it/

Charlotte Mesman per Margherita.net
12 marzo 2010