Donne, moda e tendenze capelli. Il sito delle donne online
HOME MODA BELLEZZA SALUTE DIMAGRIRE CUCINARE OROSCOPO AMORE UOMINI
 

Home | Affaridicuore | Quando lui non ti guarda

Quando lui non ti guarda Cosa c'è di più irritante di un ragazzo che sembra impermeabile al nostro fascino? Cosa c'è di più fastidioso di un ragazzo che - nonostante abbiamo messo in atto tutte le tecniche di seduzione più raffinate e sperimentate - continua ad ignorarci nemmeno fossimo trasparenti? Lo sappiamo benissimo, anche se fingiamo di non aver mai vissuto un'esperienza del genere. Ci piace pensare di essere irresistibili, eppure a volte situazioni come quella appena descritta ci fanno dubitare del nostro aspetto, del nostro modo di fare, di noi stesse insomma.

Si tratta di una questione quasi di principio oseremmo dire. Non esiste che un ragazzo non cada ai nostri piedi come una pera matura. Poi toccherà a noi decidere come comportarci, quello che deve accadere, sempre, è che lui cada a nostri piedi. E quando questo non capita? Qualche piccolo rimedio esiste, alcuni li conoscete voi, altri li conosciamo noi... mettendo insieme le nostre e le vostre esperienze abbiamo compilato questo breve elenco di consigli per sedurre anche l'uomo più disinteressato.

Un consiglio iniziale. Se proprio non vi guarda, e lui vi piace, cercate innanzitutto di capire il suo orientamento sessuale. Non ridete, di questi tempi tutto può essere, e non avrebbe senso sprecare tempo ed energie per una 'mission impossible'.

Se le informazioni che avete raccolto sono incoraggianti, allora partiamo alla fase 'operativa del piano'.

1) Individuate i luoghi che frequenta abitualmente, e fatevi trovare già sul posto quando lui entra, impegnate in amabili conversazioni con qualche bel ragazzo (potete usare anche un parente, o il ragazzo di un'amica che sia d'accordo) e fingete di divertirvi. Inizialmente fingete anche di non notarlo.

2) Cercate di osservare le sue reazioni, le ragazze con cui parla, le persone con cui si intrattiene. Fate tesoro delle informazioni che raccoglierete perché otterranno utili in seguito.

3) Non vestitevi in maniera eccessivamente provocante, lasciate sempre che l'immaginazione giochi la sua parte.

4) Non date l'impressione di essere già impegnate, o potrebbe decidere di lasciarvi perdere, e questo proprio non lo vogliamo.

5) Fatevi notare. Fatelo ridendo di tanto in tanto (senza esagerare), o passandogli proprio davanti andando alla toilette, sempre senza dare l'impressione di averlo notato. Giocate ad invertire le parti.

6) Cercate di parlare con chi lo conosce, di sapere cosa gli piace e cosa lo attira in una donna. Cercate di scoprire più cose sul suo conto.

7) Dopo alcune sere di 'studio della preda' passate all'azione. Lui vi avrà sicuramente notate, e altrettanto certamente si starà chiedendo come mai non lo abbiate finora nemmeno notato (che poi è esattamente la stessa cosa che vi state chiedendo voi sul suo conto...)

8) Lasciate cadere un tovagliolo proprio mentre vi passa vicino, vediamo se si ferma a raccoglierlo. Se si ferma non lasciatevi sfuggire l'occasione, ringraziatelo e presentatevi. Se non si accorge della vostra provocazione riprovate, magari urtandolo distrattamente mentre vi passa accanto.

9) A questo punto vi avrà comunque notate. Cercate di incrociare lo sguardo, abbozzate un sorriso timidamente, fategli capire che siete ben al corrente della sua presenza. Fatelo con discrezione e senza mai abbassare la guardia.

10) Sfruttate le informazioni che avete raccolto in precedenza, parlate di argomenti che lo interessano quando è nei paraggi, vestitevi come sapete che gli piace.

11) Se avete giocato bene le vostre carte l'approccio dovrebbe essere ormai imminente, la preda a portata di mira, e voi dovrete solo attendere che vi si avvicini cercando di rivolgervi la parola.

12) Non appena lo farà (perché lo farà) ed avrete ottenuto l'effetto desiderato potete tranquillamente scaricarlo ed abbandonare il locale. In fin dei conti non era niente di interessante, ma non potevate tollerare di passare inosservate. Ancora una volta: missione compiuta.

Margherita.net