Addominali. Miti da sfatare ed errori comuni

Con una dieta esagerata e non corretta i chili persi magari saranno di muscolo, e non di grasso
Addominali. Consigli del personal trainer, miti da sfatare ed errori comuni
Addominali. Consigli del personal trainer, miti da sfatare ed errori comuni

Come allenare gli addominali, ma soprattutto come evitare di commettere errori che possono precludere i risultati desiderati. Quali sono i miti del fitness, le leggende metropolitane a cui non credere? E quali i consigli del personal trainer a chi ha deciso di rimettersi finalmente in forma, e questa volta fa sul serio?

Queste sono le domande che ci chiedete di sottoporre più frequentemente agli esperti, e anche in questo caso agli esperti ci siamo rivolti per avere delle risposte esaurienti e soprattutto attendibili. Abbiamo intervistato Paolo Perego e Simone Riccio, Personal Trainers di Milano, ed abbiamo girato loro le vostre domande più ricorrenti. Ecco cosa ci hanno detto.

Un mito, forse ma lo chiediamo a voi, è quello del dimagrimento mirato a determinate zone del corpo. Si può ‘mirare’ al giro vita, o il dimagrimento di quella zona è legato ad un dimagrimento generale?

Ci sono delle risposte ormonali che possono influenzare maggiormente l’accumulo di grasso in alcune zone del corpo. Queste risposte le possiamo in minima parte modulare con la dieta, ma in generale è la nostra genetica individuale che decide dove dimagriremo prima e dove dimagriremo solo in seguito, magari dopo aver perso altri kg (di grasso, si spera!) da altre parti del corpo.

Quali gli errori più frequenti che riscontrate nei vostri clienti, quelli che dovete correggere più spesso sia dal punto di vista delle abitudini alimentari che dell’allenamento?

Dal punto di vista alimentare spesso si tende a tagliare la quantità di cibo in modo drastico, cercando di perdere chili a tutti i costi.

Questo è deleterio per due ragioni:

Primo, fa abituare il vostro corpo a regimi calorici bassi. Quindi il corpo reagirà abbassando il metabolismo. Ma visto che non si può fare la fame per sempre, appena si torna a mangiare normale il corpo non sarà più abituato e quindi si ri-ingrasserà.

Il secondo punto negativo è che i chili persi magari saranno di muscolo, e non di grasso, con un effetto estetico (oltre che salutare) peggiore del punto di partenza.

Quindi sia nell’alimentazione che negli allenamenti il nostro consiglio rimane quello di affidarsi a dei professionisti ed evitare il fai da te.

E quale il vostro consiglio più prezioso a chi oggi, dopo aver letto questa intervista, ha deciso che è giunto il momento di rimettersi in forma?

Sembrerà di parte, ma noi lo consigliamo in generale: valutate l’investimento di affidarvi a dei professionisti che seguano il vostro percorso.

Il fai da te può funzionare a patto di avere tempo per leggere e studiare gli argomenti ed essere già molto motivati. Se non ci sono queste condizioni un Personal Trainer e un Nutrizionista vi faranno raggiungere il vostro obiettivo prima e in modo corretto.

Margherita.net

Ringraziamo intervistato Paolo Perego e Simone Riccio di Personal Trainer Studio Milano www.personaltrainerstudio.it

Se ti piace leggere Margherita.net, abbonati gratuitamente alla nostra newsletter settimanale, ogni settimana nella tua mail. Fai click qui per saperne di piu.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.