Come organizzare il 2018 prendi in mano la tua vita e crea il tuo anno ideale

Come organizzare il 2018 prendi in mano la tua vita e crea il tuo anno ideale
Come organizzare il 2018 prendi in mano la tua vita e crea il tuo anno ideale

Immagina il 2018 come un quadernone nuovo e intonso, di quelli che ti viene voglia di scriverci su e disegnare come quando andavi a scuola. Puoi chiamarla come vuoi ‘to do list’, ‘buoni propositi’ o semplicemente ‘il mio 2018’.

L’importante è disegnare delle linee guida che ti accompagneranno per l’anno che sta arrivando. Non parlo di progetti immensi, di sogni irrealizzabili, troppo generici e poco focalizzati, meglio porti 2 o 3 obiettivi, realizzabili, che porteranno a un miglioramento della tua vita quotidiana e ti daranno la forza e il buonumore necessari per affrontare l’anno in tutto quello che verrà, di bello e di meno bello.

Viaggi: se desideri da tempo andare a fare il giro dei parchi negli States, o scoprire il Giappone, mettilo nelle cose che vorresti fare e inizia a pianificarlo ora. Mentalmente, anche solo cercare i voli e gli alberghi online, sarà un piacere anticipato del viaggio. E inoltre la programmazione per tempo ti darà la possibilità di studiare i luoghi che visiterai e risparmiare di molto sul costo di biglietti e pernottamenti.

Corpo: inizia da subito con piccoli cambiamenti nel tuo stile di vita quotidiano, devi rimetterti in forma? Bene, se ti iscrivi in palestra poniti degli obiettivi realizzabili, due volte alla settimana per iniziare e non strafare, soprattutto per la gestione del tempo. Dopo un po’ che sarai riuscita a ritagliarti le 2 volte a settimana, datti una pacca sulla spalla e prova ad aggiungerne una terza e così via. L’essenziale è cambiare per gradi, sono questi infatti i migliori cambiamenti in positivo che rimangono nel tempo. Per quanto riguarda la dieta, anche qui inizia per gradi, sono passate le feste per cui rinuncia a tutti i dolci e alle tentazioni per un paio di settimane, aumenta il consumo di acqua, già questo darà al tuo corpo una buona base per poi iniziare a fare una dieta come si deve.

Lavoro: Qui la situazione è molto personale e purtroppo non dipende sempre dalle tue scelte. Se il lavoro non ti va a genio ma non hai alternative, se i colleghi non sono il massimo ma non ci puoi fare nulla, cambia il tuo atteggiamento nei loro confronti e nei confronti del tuo lavoro. Non è facile, lo so, ma se riesci a farlo migliorerai il tuo stato d’animo quotidiano. E come si fa? Per iniziare sottraiti dai pettegolezzi aziendali, fingi di non sentire quando gli altri si lamentano del capo, degli orari di lavoro o semplicemente ti raccontano della nuova tresca al quarto piano. Non farlo per snobismo, ma semplicemente per te, per non assorbire le ‘energie negative’ che provengono da tutti questi input sul lavoro. La tua vita personale deve il più possibile stare fuori dal mondo del lavoro, è questione della tua ‘sopravvivenza mentale’. E se riesci a coltivare amicizie e conoscenze fuori dall’ambiente lavorativo, ancora meglio, non diventare come quei noiosissimi amici che parlano solo ed esclusivamente di quello che accade loro in ufficio!

Divertimento: dai un’occhiata a concerti in arrivo, spettacoli teatrali o semplicemente nuovi ristoranti che vorresti provare. Pianifica a grandi linee quando e con chi andare, acquista il biglietto per uno spettacolo anche a giugno o luglio, sarà un modo per sapere che ti sei regalata una cosa che ti piace, e che hai voglia di aspettare.

Hai capito la base di questi consigli? Prepararti il terreno per un anno costellato di attese e preparazione a qualcosa che fai per te stessa, elemento importante, fondamentale per riuscire a convivere con i problemi che comunque vanno affrontati quotidianamente, ma che non devono ‘dominare’ le tue giornate.

Costanza Cristianini per Margherita.net

 

Se ti è piaciuto questo articolo, non perdiamoci di vista. Aggiungi Margherita.net ai tuoi preferiti. Basta premere contemporaneamente i tasti CTRL e D sulla tua tastiera. Prova! :-)

 
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE